Mese: agosto 2009

Career portfolio donna : investi sulle tue potenzialità e gioca bene le tue carte se sei donna (part 2)

Postato il

 career portfolio,Vittoria Nervi,counseling solutions,donne,lavoro

Le tue capacità..quali sono?
Fai un check  up mirato delle 5 macrocapacità must che servono in ogni tipo di lavoro

Capacità di ascoltare
Capacità di mantenere rapporti personali costruttivi
Capacità di problem solving
Capacità di time management
capacità organizzative

Altrettanto importanti le 2 capaciità basic
capacità informatiche
capacità di comunicare in altre lingue

Vuoi un aiuto professionale per valutare  le tue risorse,capacità e valorizzare le competenze che ha già acquisito nel tuo iter di studio e/o nel tuo percorso professionale?

Counseling Solutions ti aiuta a fare il check updelle tue risorse e valorizzare le tue competenze con  

La Swot e skill analysis
una analisi mirata per valutare le proprie competenze, mettere a fuoco le strategie più efficaci per valorizzare il tuo profilo professionale.

Leggi : cosa  è la swot

Assessment linguistico 
– Valutazione del livello e dello stile di apprendimento (classificazione del Consiglio d’Europa).

– Moduli personalizzati di Business e Standard English per comunicare in modo efficace e rapido.

Leggi : 5 miti sull’imparare l’inglese
              come te la cavi in inglese?

Sulla tua strada  ci potrebbero essere degli ostacoli.Vediamo quali sono i principali
Personali
*
insicurezza ( non sono poi così brava,esperta….)
* scarsa autostima ( la bestia nera di molte)
* scarsa consapevolezza delle proprie doti (cosa so fare?
  eh…niente di  speciale…)
* sensi di colpa verso la famiglia ,il partner e i figli
  (non voglio trascurarli)
Ti viene in mente qualche frase-martello che ti ripeti spesso per addosso?

Preparazione alla professione
Le donne studiano di più e con maggiore profitto rispetto agli uomini, ma studiano le cose sbagliate, lauree deboli poco cercate dalle aziende. Per esempio :la più alta concentrazione di manager donna si trovi nei settori classici delle risorse umane, comunicazione, marketing…
quali conoscenze hai?
come puoi imparare nuove capacità? dove?

Legislativi
In Italia è difficile per una donna affermarsi.
Secondo l’International Labour Organization (ILO), negli Stati Uniti le donne hanno meno tutele in caso di maternità ma hanno più opportunità.
Il 45% delle donne americane occupano posti di comando nella sfera del pubblico, in Parlamento e nelle associazioni, e come manager ai livelli dirigenziali delle grandi imprese.
In Italia la legislazione tutela molto il lavoro delle donne, soprattutto in tema di maternità ma non nelle pari opportunità.

Conosci nella tua regione le
Consigliere di Parità a livello regionale e provinciale

La comunità europea e le pari opportunità
Come è la presenza femminile in altri Paesi?
Gran Bretagna 33%
Germania 27%.
In Svezia, un paese all’avanguardia nello sviluppo delle pari opportunità, la presenza femminile ai vertici è solo del 29%.
In Italia siamo solo al 18%.

In Europa le donne rappresentano il 41% della forza lavoro ma occupano solo il 10% delle posizioni manageriali.Solo l’1% si trova al top dei ruoli di executive.
in Italia Il numero dei dirigenti è 82.000. Le donne sono 4100 (il 40,8% in aziende della Lombardia) e guadagnano in media il 16% in meno,a parità di posizone, dei colleghi uomini

Aziendali
Molto scarsa la cultura del Diversity Management.
In Italia poche aziende valorizzano i differenti modi di essere e ragionare che uomini e donne possono apportare.
Le donne incontrano ostilità,pregiudizi e cooptazioni da parte degli uomini.

Scarsa solidarietà femminile
Fra le donne italiane non esistono reti di solidarietà (gli americani le chiamano lobby), utili a promuovere sia all’interno di luoghi di lavoro ma anche presso le sedi opportune la condizione professionale femminile.

Familiari
partner ostile
in Italia è raro trovare mariti o partner disposti ad accettare ed a supportare, anche a livello di collaborazione nella vita famigliare, una professione più impegnativa da parte della propria compagna. 

Cosa possono fare le donne? 
* Sviluppare
la capacità di fare impresa
il lavoro in team
il lavoro per obiettivi
la capacità di delegare

* Non avere paura della competizione con gli uomini
* Non cercare una omologazione di modelli maschili di
     leadership
*  Prendersi sul serio, decidere cosa vogliono e perseguire
* Costruire una rete di supporto fra donne e superare
  l’invidia per chi ce l’ha fatta
* le donne che han avuto successo aiutino e supportino altre donne nel ruolo di mentore

La strada per raggiungere la felicità è di avere standard alti per sé e medi per gli altri
Marcelene Cox

  Cosa possono fare le aziende? 
*
Cambiare i sistemi di valutazione delle persone,
    valorizzando i risultati e le specificità
* Sperimentare nuove opportunità di flessibilità offerte
  dalle tecnologie (per es. telelavoro)
* Rendere le opportunità di carriera più trasparenti,
  favorire una competizione aperta senza sgambetti
* Sperimentare il mentoring
* Impostare politiche realmente family-friendly (le donne
  sono lasciate sole nella scelta della propria strategia) 
 

Cosa possiamo fare INSIEME?
Costruire insieme un network per aiutarci ad essere più proattive.
Ognuna può condividere la sua esperienza professionale e personale per crescere insieme, per costruire un percorso di auto-sviluppo per incrementare lo possibilità di leadership, verso di sé e verso gli altri .
E’ importante per ogni donna imparare a riconoscere le situazioni in cui si sente “guidata” dagli altri e quelle in cui si sente in contatto con se stessa. Troppo spesso l’ attenzione delle donne è focalizzata sul sistema di aspettative delle persone che le circondano (al lavoro come in famiglia), al punto che fare delle scelte in accordo con le proprie esigenze sembra come scalare una montagna senza avere gli attrezzi giusti.

Per cominciare una domanda
quale azioni posso fare per dire di “si” a me stessa e affermare il mio valore?”
Prima di tutto devi essere Tu in prima persona a riconoscere le tue capacità.
Sei brava! Ripetitelo più spesso come un mantra.

Nella nostra società dove il maschile è un valore e il femminile un disvalore, dove gli uomini rappresentano il modello, necessario e universale e le donne l’eccezione, contingente e particolare, è purtroppo facile anche per quelle che ricoprono funzioni di responsabilità fondare l’autostima sull’approvazione maschile.
Carol Gilligan

 Vuoi fare un passo avanti e iniziare a costruire il tuo career portfolio vincente?

Non perdere il workshop 
E’ tempo di career portfolio


cosa imparerai (concretamente)

Lightbulb / Idea come lavoreremo nel futuro
Lightbulb / Idea cosa è il career portfolio e i suoi benefici
Lightbulb / Idea sei una portfolio person?
Lightbulb / Idea le 4 tipologie della working identity: scopri la tua
Lightbulb / Idea scopri il tuo stile personale con il test dell’esagono
Lightbulb / Idea come costruire con efficacia il tuo portfolio vincente

 Il primo workshop in Italia che ti dice concretamente come farlo

E’ tempo di career portfolio

Lavoro-donna: gioca bene le tue carte

Postato il Aggiornato il

percorso assertività per le donne

 

In questa fase critica capire dove stiamo andando è un enigma,un algoritmo  specialmente se sei una donna.
La disparità di trattamento economico a pari lavoro e competenza e una obsoleta mentalità e diffidenza sono ancora  ostinatamente radicate sul suolo italico..

gioca bene le tue carte
Nel mio lavoro di counseling incontro spesso donne che hanno in mano buone carte da giocare ma si lasciano condizionare in primis dalla pressione sociale,culturale e mediatica (marito, parenti, Chiesa,programmi tv,pseudoesperti …) che le fan sentire in colpa se vogliono far fruttare (evangelicamente) i loro talenti e mettere in campo la voglia di fare .

In Italia il modello ‘Italian mama’ è usato,giusto per fare un esempio, per far sentire le donne che hanno figli come cattive madri che pensano ‘egoisticamente’ solo alla carriera.
Le mamme italiane sono per caso diverse dalle altre madri europee? Assolutamente no.Si lasciano forse mordere di più dai rimorsi di coscienza.
Il sistema sociale poi mette il suo ‘fair share’ e alla fine per una donna tenere in equilibrio la carriera e la famiglia è un’arte da equilibrista.
Più si sale nella scala gerarchica e più è arduo conciliare la sfera privata con quella professionale ( tempi,modelli di vita…)
Avere dei figli è considerato un handicap.
 

 focus sulle potenzialità
Secondo una ricerca effettuata da Ispo, Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione, le donne lavoratrici italiane potenzialmente posseggono molte caratteristiche  per il successo professionale:

la curiosità
la capacità di cambiare
l’accettazione delle sfide
le capacità di divertirsi nel lavoro
la capacità di decidere 
un forte orientamento ai risultati
la determinazione e l’umiltà nell’apprendere
e non ultime, forse mutuate dall’ambiente familiare,innate doti di leadership.

Se vuoi mettere iniziare a giocare la tua partita vincente  queste sono le domande da farti:

La mia identità. Come mi definisco?
Sono una donna ______________________

le mie capacità : quali sono ?
Attenzione a non giocare al ribasso scartando le cose che sai fare con la frase’ tanto cosa vuoi che sia…..Tante donne sono molto ‘creative’ nel trovare i modi per svalutarsi
______________________________________
_____________________________________

quale è la mia mission?
La mission personale è una specie di costituzione personale e riguarda  ciò che tu vuoi fare,su cosa vuoi concentrarti.
Leggi qui quale è la tua mission

Cosa voglio  fare?

Perché lo faccio?

 

Career portfolio : cosa ha il tuo CV che non va?

Postato il

career portfolio,curriculum vitae,career counseling

Il career portfolio e il CV sono due strumenti per chi deve navigare alla ricerca del lavoro.
La differenza è che il career portfolio è uno strumento in più per fare emergere le proprie capacità.
Il CV è ormai troppo statico.

Il CV modello europeo mette in difficoltà quando si devono indicare le famose competenze.
Il Italia( ma in genere in Europa) non esiste un modello a cui riferirsi,una ‘lista’ da cui attingere.Risultato?
Ognuno si arrangia in maniera artigianale e più o meno quello che si scrive è vago e non focalizzato
Cosa accade allora?
che il tuo CV atterra sulle scrivanie e spesso rimane senza risposta.
Prima di dare la colpa agli allineamenti planetari,alla sfortuna,ai venti avversi o al fato prendi in considerazione l’ipotesi che forse è il momento di fare un buon check up del tuo CV e aggiornarlo usando le ultime strategie che possono fare la differenza.

ecco degli esempi da non seguire:
*Sono in grado di e comunicare in modo chiaro e preciso
*Sono in grado di organizzare autonomamente il lavoro
*Buone capacità di lavorare per obiettivi
*CAPACITA’ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE
Molto Buone, acquisite durante il coordinamento di gruppi di sviluppo di progetti informatici per aziende

le domande giuste
che target ha il tuo CV? ( a chi ti rivolgi?)
Un CV che non ha un target chiaro è come una freccia lanciata a vanvera,dove va..va quindi non riuscirà a colpire il bersaglio giusto.
E’ importante aver chiaro il bersaglio

Per fare la lista delle tue capacità dovresti rispondere a queste domande:
Cosa sono in grado di fare?
che capacità sto vendendo?

Per la lista dei risultati che hai raggiunto
cosa ho fatto?

per centrare il bersaglio
a chi sto vendendo le mie competenze?
perché dovrebbero prendere me e non un’altra persona?

Focus..focus
Focalizza il tuo CV in una sola direzione.Chi lo leggerà deve convincersi che sei la persona giusta.
Inutile il CV ‘acchiappatutto’,inutile spargere a manca e a dritta,buttare la rete nella speranza di pescare un colloquio.
Non è una questione di fortuna ma di
limare,affinare,
lavorare sul tuo CV.

Impara a leggere fra le righe
Saper leggere gli annunci di lavoro è importante perché danno alcune informazioni utili sul ruolo,le responsabilità,la cultura della azienda,le capcità richieste….
Da qui puoi valutare quali link ci sono fra le tue capacità e quello che si richiede.
E’ un po’ come la caccia al tesoro per trovare le parole chiave,quelle che le aziende usano per desrivere il candidato ideale.
Saper leggere gli annunci è cruciale se vuoi evitare buchi nell’acqua e avere una chance in più nei confronti degli altri

Cosa succede invece di solito?
Molti vedono un annuncio e voilà,senza ragionarci sopra inviano il loro CV.
Investi del tempo per capire

 Tieni sempre presente che tipo di lavoro stai cercando.
Il CV deve essere mirato su uno specifico tipo di lavoro.
Ogni tipo di lavoro richiede il suo CV

career portfolio,counseling solutions,Vittoria Nervi

 Counseling Solutions
ti offre un servizio di consulenza di qualità ,efficace e mirato se vuoi valorizzare le tue competenze

i nostri servizi di career counseling

Career portfolio: con la passione puoi far quadrare i conti e le bollette?

Postato il

 career portfolio,Vittoria Nervi,workshop career portfolio

Se stai cercando di arrivare a fatica alla fine del mese,devi mantenere la famiglia e cercare di far quadrare  conti ( arduo in questo periodo di crisi),torni a casa stressato e mortalmente stanco non hai certo tempo di andare in cerca della tua passione e dedicarle del tempo
dopo  8 ore che mi stresso al lavoro voglio rilassarmi’
non ho proprio voglia di pensare quando torno a casa

 

Sicuro?
Se vuoi veramente rilassarti fai esercizio fisico,medita o divertiti con la tua famiglia o i tuoi amici.
Mettersi davanti alla tv è tempo passivo,sprecato
Fai uno shift utile a te stesso e vedrai che 60 minuti dedicati a te stesso è quality time che ti ricarica
 
Molta gente getta la spugna troppo facilmente

 

La falsa saggezza
C’è una falsa saggezza che è solo un pout pourri di limitazioni che la gente rimbalza nelle tue orecchie quando decidi di provare qualcosa di nuovo
se non ce l’ha fatta X perché tu dovresti?
ma chi te lo fa fare?
non guadagnerai abbastanza
bisogna tenere i piedi per terra
e se poi….(ti accade il peggio)

Quando qualcuno ti scoraggia o ti dice non sei capace di farlo cosa ti sta dicendo realmente?
Siccome io non so come fare qualcosa di nuovo,cambiare…perché mai dovresti provarci tu e riuscirci?
Non farti limitare dagli altri,non farti convincere.
Prova e riprova

 Ascoltare queste sirene ti porta solo a mollare la tua passione o trasformarla in un semplice hobby perché non vedi immediatamente davanti a te il modo di farla fruttare a tuo vantaggio
Una mossa da bollino rosso sulla scacchiera della tua carriera

Per portare a galla l’araba fenice della tua passione è necessario trovare un po’ di tempo,diciamo  un’ora al giorno per iniziare ad esplorare,cercare ,fare brainstorming e attivare il tuo radar e saria meravigliato quando hai messo in moto il radar cosa scoprirai
Nel mio report diventa creativo ho accennato ad alcune tecniche
clicca qui e richiedilo all’indirizzo mail  sui report

Muore lentamente chi evita una passione,
chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza, per inseguire un sogno,
 chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge,
chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio chi non si lascia aiutare;
 chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo
 chi nonfa domande sugli argomenti che non conosce
 chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
(P. Neruda)

 

 

Career portfolio : 5 reasons to get your career portfolio

Postato il

career portfolio,workshop,Vittoria Nervi

This economy is serving up change at high speed and more and more people will have to take action sooner or later

common objection
I’m working  to put food on the table and pay the rent.I have no time for this stuff.
Bunk! Okay that may be a valid reason.
Frankly speaking it’s not a time thing, it’s a priority thing nowadays

*Are you among the ones who is racking their brain to find the famous ‘aha moment’ that is going to change their career scenario and get some more money ?
*Do you  hate to get up in the morning because you hate your job?
*Do you  feel stressed and search for deeper satisfaction?
*Do you want a better-quality life, with more balance, instead of the daily grind you endure today?
* Would you like to succeed at something different?

You should take some time to customize your old fashioned  resumé and change it into a powerful self marketing tool to sell your skills,ideas,knowhow   

The career portfolio honestly the big one in this era of dejobbing and fear of the unknown.The career portfolio is not the latest fad.Time to bite the bullet is up. The good news, these days, that’s is getting  easier and easier to build your career portfolio
It’s no longer about “if”
“what if I fail?” but  What if I do nothing ?
ther’s no time for  ‘ifs’ …make room for ‘hows’

Career portfolio : i 7 killer della passione che possono annientare il tuo career portfolio

Postato il

 This is for the ones who stood their ground
For Tommy and Gina who never backed down
Better stand tall when they’re calling you out
Don’t bend, don’t break, baby, don’t back down
(
It’s my life -Bon Jovi)

 career portfolio,Vittoria Nervi,workshop,passione

La passione è una araba fenice
Tutti vorremmo fare ciò  una professione che ci piace,mollare il posto noioso e demotivante o magari il capo rompi,avere la soddisfazione che meritiamo.essere riconosciuti e naturalmente anche una entrata decente
ma come?
E’ possibile pensare a una nuova carriera e passare dai pii desideri alla pratica?
Occorre avere il coraggio e,di questi tempi,anche il fegato di rischiare cum granu salis di voler cambiare.Questo è il primo passo.
Per mettere in moto il cambiamento, attraversare tutte le sue fasi occorre ri-accendere il fuoco della tua passione.
La tua passione è solo tua.Ti accompagna sempre come la tua ombra,la tua carta d’identità,la tessera sanitaria e il codice fiscale.
Magari può sparire per anni sepolta sotto il tran tran,la noia,quell’atmosfera di apatia e rassegnazione che fa crescere le rughe agli angoli della bocca…  ma stai sicuro che un bel giorno magari quando sei nei tuoi-anta (meglio prima che dopo) risorge dalle cenere bucando strati di stallo,di silenzi e di rospi deglutiti.
Come diceva il maestro Manzi’non è mai troppo tardi’

La tua passione è bloccata?

La tua passione può essere bloccata da vari stati emotivi negativi. Ti senti in stallo.Prima di affrontare il killer e rimuovere il blocco è necessario capire con quale hai a che fare e preparare la strategia di battaglia.
Prima di attuare qualsiasi piano, prendi in esame i suddetti elementi, soppesandoli molto attentamente
Solo valutando tutto esattamente si può vincere, con cattive valutazioni si perde
(Sun Tzu-L’arte della guerra)

WANTED: I 7 KILLER

 paura
Uno degli ostacoli più grandi al tuo miglioramento è proprio la paura e soprattutto la paura dell’ignoto
Cosa succederà dopo?
La passione è un mistero. Non sai dove può portarti, come sarebbe la tua vita se accettassi le sue sfide (per esempio lasciare un lavoro, la tua città…)
Ti immagini degli scenari futuri e la paura può dipingerli di scuro, del buio del fallimento

incertezza
la compagna della paura è l’incertezza.
Questo stato d’animo si concentra sulle debolezze, ti fa dubitare delle tue capacità e delle tue risorse.
Se per esempio la tua passione è imparare a fare qualcosa di nuovo… cosa accade?
Continui a pensarci, a pesare i pro e i contro, a cercare motivi e scuse per non agire.
 Dentro di te risuonano queste frasi:
tanto a cosa serve? e se poi non riesco?
ormai non è più l’età….

 paralisi
quando la confusione e l’incertezza arrivano al top c’è la paralisi e questa blocca ogni tentativo di cambiamento
Quanto più avresti bisogno dell’energia, dell’entusiasmo, della spinta per uscire da una situazione e cambiare tanto più hai la sensazione di essere congelato, inchiodato con le spalle al muro 

apatia
Puoi abituarti cosi’ bene a rimanere fermo o a sopportare rassegnato  che dalla paralisi puoi passare all’apatia, a quella sorta di tran tran ipnotico con un senso di stordimento come quando viene fatta l’anestesia prima di una operazione chirurgica.

 Arrivato a questo punto non riesci più a sapere ciò che ti porta piacere o dolore.
E’ come se tutte le esperienze si mescolassero, come quando spegni  il computer….sei disconnesso. In questo caso sei disconnesso dalla tua fonte di energia.
Puoi sentirti giù, stanco, annoiato ma non riesci a riattaccare la spina alla fonte di quella energia che ti dà entusiasmo.

limitazione

In questa epoca globale forse tendi a definirti per categorie:
uomo o donna, impiegato o artigiano
o sono un….,vecchio o giovane, single o sposato…..

Può darsi che questo ti aiuti  a identificarti con gli altri nelle varie situazioni ma questo è una limitazione che ti impedisce di capire quale è il tuo scopo, la tua unicità.
Quando inizi a metterti le etichette è come se accettassi di essere la somma dei ruoli che hai e non quello che sei veramente o che vorresti essere

procrastinazione
Quante volte hai sentito  frasi come ‘ lo farò quando…..(avrò tempo, andrò in pensione, avrò risparmiato qualcosa…)
Questa e l’arte di rimandare e non è strano che queste persone poi non trovino mai tempo,energia, soldi….per cambiare
 
iper prudenza
anche se nella tua vita fai spesso dei cambiamenti può darsi che li faccia in maniera così calcolata e controllata per rischiare il meno possibile che lasci poco o zero spazio per permettere alla tua passione di entrare e stare al tuo fianco.
E’ come attraversare un fiume  volandoci sopra anziché provare cosa significhi entrare in acqua.
Può essere rischioso ma può anche essere una esperienza che ti arricchisce e fa sentire vivi,un successo,una sfida con se stessi da vincere.

Quando manca la passione è difficile essere soddisfatti non solo di ciò che si  è ottenuto ma soprattutto di se stessi.Manca il propellente.
Può darsi che la tua vita di tutti i giorni tutto sommato vada bene anche se manca la passione o forse ti sei convinto che non puoi fare altro?
Sei sicuro di non poter cambiare e migliorare?
La tua passione può dare una svolta alla tua vita? Vale la pena di riscoprirla

Career portfolio: il filo rosso è la tua passione…for love and money

Postato il

career portdfolio,Vittoria Nervi,creatività,skill trasferibili

Per incominciare a pensare al tuo career portfolio torniamo indietro negli anni.
Ti ricordi la fatidica domanda che forse hai sentito quando eri nei tuoi verdi anni?  
‘Che cosa farai da grande?’

Mi ricordo che io rispondevo ‘voglio far imparare ai conigli a parlare’
Passavo del tempo davanti alla gabbia di conigli di mio nonno partendo dal presupposto che potevo inventare un codice di comunicazione

Era una idea bizzarra,no?
L’idea era bizzarra ma era la mia passione .Dietro questa c’erano i miei talenti in primis la creatività e i miei futuri skill :
la voglia di comunicare e di insegnare,fare training,creare
nuovi percorsi

IL MOTORE E’ LA PASSIONE
Quello che ti deve spingere per costruire il tuo career portfolio, il carburante che mette in moto tutto il processo è la tua passione, è la forza che ti porta a raggiungere il tuo obiettivo.  

La passione tinge dei propri colori tutto ciò  che tocca.
Baltasar Gracián

Cos’è che riesci a fare meglio del 90% delle altre persone? (forse non lo fai meglio di altri che lavorano nello stesso campo ma puoi metterci del tuo)


LA TUA PASSIONE AL CENTRO
Tieni la tua passione al centro e sempre presente perché all’esterno gli altri potrebbero metterti i bastoni fra le ruote con i loro giudizi negativi.
Riflettere ed essere sicuro che quello che stai facendo è giusto per te è un formidabile meccanismo di difesa contro tutti gli attacchi dei  denigratori.

La tua mente può aiutarti a  definire il tuo obiettivo,(perché lo vuoi) e la giusta strategia per concretizzare la tua passione passo per passo.
La tua mente è un alleato. Non farla diventare un giudice o un critico che punta il dito e ti scoraggia.   

Ciak…  Azione
 La passione unita ad un piano chiaro di azione portano al cambiamento e fare ogni volta le tue scelte,quelle che ritieni più giuste in quella fase e successivamente farai le eventuali correzioni alla rotta.
I tuoi desideri inizieranno ad ‘avere le gambe’ per portarti alla méta.
Ogni passione ha il suo valore. Ti garantisce l’opportunità di guadagnare e migliorare le tue finanze.

La gente non è pigra. Semplicemente ha mete svigorite, mete che non ispirano affatto.
Anthony Robbins

career portfolio,Vittoria Nervi,passione,creativitàTutte belle idee…Sì’ ma…
Devo portare a casa lo stipendio, pagare le bollette, dare retta a …..
gli altri si aspettano che io sia responsabile
             Vorrei…ma…..
Ecco! uno dei 7 killer della tua passione è entrato nel tuo sistema,ha superato il tuo firewall.
Nel prossimo articolo scriverò di questi  7 bugs

Career portfolio : Il tuo career portfolio è 1000 volte volte più efficace del tuo CV

Postato il

 career portfolio,Vittoria Nervi,videocurricolo

‘cosa metto nel portfolio?
‘non ho abbastanza materiale per fare il mio portfolio’
Ecco un paio di  osservazioni che spesso mi sento dire a proposito del career portfolio
La risposta è..inizia subito..adesso.Sii proattivo
Concentrati sugli strumenti di self marketing che puoi usare per valorizzare le tue competenze e proporre la tua immagine al mondo del business.

 

Mettici la faccia
Se vai ad un colloquio con il tuo portfolio avrai perlomeno una chance in più rispetto a chi ha solo il CV
Si dice che una immagine,una foto vale più di mille parole.Bene..il tuo portfolio
ha un impatto 1000 volte più efficace di un paio di fogli dove è scritto nero su bianco cosa hai fatto e quali titoli hai.

Dimostrami cosa sai fare!
Ecco alcuni annunci presi dalla rete
La persona ideale è paziente, metodica, ordinata e precisa
Come faresti a convincere che sei proprio tu?
Il/la candidato/a ideale è motivato, flessibile, dotato di spirito di iniziativa e problem solving, con buone capacità organizzative e di relazione interpersonale a diversi livelli professionali.
Costituirà titolo preferenziale la conoscenza della lingua inglese

 

Come puoi visualizzare il tuo spirito di iniziativa?
la tua capacità di problem solving e organizzativa?
Di che conoscenza della lingua inglese si parla?puoi documentare di saperla?in quanti modi?
Chi sta dall’altra parte della scrivania vuole solo vedere una cosa : le prove delle tue capacità.
E il CV è una prova? Certamente no
Il tuo obiettivo è di ottenere la giusta attenzione e poi la fiducia.
Come diceva un commercial della Galbani La fiducia è una cosa seria. Che si dà alle cose serie”

Come puoi acquistare punti fiducia?
Facendo vedere degli esempi reali di quello che hai fatto.
Qualsiasi progetto,idea che hai fatto,pensato a scuola,al lavoro,nel tempo libero,qualsiasi intuizione..non scartarla.Cerca di marketizzarla e ‘venderla’
Il tuo career portfolio è il tuo teatro virtuale dove metti in scena la tua storia,punti il riflettore sui tuoi punti di forza.
Le due parole chiave sono credibilità e visibilità
Creati visibilità sul web con un video curricolo,un tuo spazio.
Impara a usare le risorse (immagini,powerpoint,video,upload  di files …)

 

Il video curricolo : il primo step per costruire il tuo portfolio

Il video curricolo non è ancora il career portfolio ma,qualitativamente, è già un passo avanti rispetto ai laconici fogli un po’ piatti e noiosi del CV
L’impatto della tua immagine, del ‘farti vedere’ e comunicare chi sei ha certamente un impatto maggiore

Secondo alcuni sondaggi all’estero il 65% delle imprese interpellate ritiene che il video CV diventerà prestissimo lo strumento  per fare selezione.

In Italia sta iniziando.Dipende dal tipo di resistenza delle aziende a questo cambiamento.

articoli giornali

sul Sole24ore
il video curricolo

un esempio
una idea

 

OK ma dove lo metto?
il videocurriculum può essere inserito in
YouTube

 

o alcuni siti ad hoc
Visualcv

 

 

career portfolio,workshop,è tempo di career portfolio,Vittoria Nervi

Vuoi fare un passo avanti e iniziare a costruire il tuo career portfolio vincente?

Non perdere il workshop 
E’ tempo di career portfolio


cosa imparerai (concretamente)

[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] come lavoreremo nel futuro
[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] cosa è il career portfolio e i suoi benefici
[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] sei una portfolio person?
[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] le 4 tipologie della working identity: scopri la tua
[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] scopri il tuo stile personale con il test dell’esagono
[superemotions file=”icon_idea.gif” title=”Lightbulb / Idea”] come costruire con efficacia il tuo portfolio vincente

 Il primo workshop in Italia che ti dice concretamente come farlo

 

 

Career portfolio:Che tipo di intelligenza hai e quale ti serve?

Postato il Aggiornato il

career portfolio,Vittoria Nervi,career counseling,intelligenze,assessment

Stai per entrare nel campo del lavoro?
Vuoi costruirsi una carriera professionale soddisfacente o migliorare la tua posizione?
Vuoi affrontare il colloquio di lavoro con l’atteggiamento vincente?

Usa la tua intelligenza…sì Ma quale?

Per avere successo nell’ambito lavorativo non è sufficiente avere  un Quoziente Intellettivo alto ,un titolo di studio ad hoc o essere competenti in quel campo.Occorre

– sapere quali risorse,conoscenze,abilita’ trasferibili hai

-valorizzarle e acquisirne delle nuove

– confrontare le tue risorse con il contesto per vedere quali puoi utilizzare

Per fare cio’ il primo passo e’ conoscersi 
Uno degli elementi  e’ conoscere  quali tipi di intelligenza hai piu’ sviluppati, come  renderle ‘spendibili’ sul mercato e come farle emergere nel tuo career portfolio

 FAI IL PRIMO PASSO
Il primo step è l’assessment, uno strumento valido per scegliere l’iter professionale piu’ consono alle tue capacita’,potenzialita’ e personalita’.

Nell’ assessment uno dei fattori importanti  di valutazione e’ conoscere i tipi di intelligenza più sviluppati che ciascuno ha.
Ogni persona ha una sua specifica combinazione.

Ogni professione richiede abilita’ diverse da quelle tecniche a quelle relazionali.Naturalmente altri fattori rivestono altrettanta importanza: la personalita’,la volontà,la motivazione,lo stile di apprendimento,gli interessi…

L’insieme di questi elementi permette di avere un profilo piu’ che soddisfacente
di chi sei
cosa sai fare
cosa puoi fare nell’ambito professionale
quali sono le tue risorse e le aree da migliorare.

 

 Di intelligenze ne abbiamo 9

Non esiste un solo tipo di intelligenza.
Ognuno è dotato in misura variabile di ben 9 tipi di intelligenza cioè 9 competenze intellettive indipendenti.

UN PO’ DI STORIA
Fino agli anni ’80 si sosteneva la teoria dei due emisferi cerebrali:
– il sinistro controlla  le abilità logiche  e verbali
-il destro gestisce le capacità creative, olistiche e spaziali dell’individuo.

L’intelligenza era considerata in generale come abilità di tipo logico-matematico.Su questo concetto Piaget condusse i suoi studi e Binet realizzò i famosi test di misurazione.
I test per misurare l’ IQ non mettono in luce altre abilità come il talento creativo,la capacita’ di organizzare,
progettare,l’intuizione…

Tre esempi
1 una persona creativa si troverebbe a disagio se dovesse fare un lavoro di contabilita’

2
una persona con un tipo di intelligenza specifica durante l’iter scolastico ottiene risultati deludenti ( va male a scuola) perche’ il modello di intelligenza misurato nei rendimenti scolastici è basato sulla flessibilità cioe’ su una intelligenza che non presenta una particolare inclinazione, quindi  èin grado di allragarsi su tutto (dalle materie scientifiche alle materie umanistiche).
Chi ha un tipo di intelligenza specifica ha un problema a scuola.
Il giudizio scolastico ( i voti)  valutando  una  intelligenza generale  stronca la  diversita’ delle inclinazioni individuali.

3
una persona può avere una notevole intelligenza distribuita all’interno di tutte le altre (o quasi). Un  esempio celebre e’ Leonardo Da Vinci che spaziava fra le varie arti e discipline  con abilita’.


Quante   intelligenze ci sono?
quali sono?
COME posso capire che tipi di intelligenza ho ?

Non esiste un solo tipo di intelligenza.Ognuno è dotato in misura variabile di ben 9 tipi di intelligenza cioè 9 competenze intellettive indipendenti.

Howard Gardner, psicologo dell’età evolutiva e neuropsicologo americano dopo accurate ricerche nel 1983 presenta la teoria delle intelligenze multiple arrivata in Italia nel 1987.
Gardner ha scoperto altri  tipi di intelligenza.

La combinazione e lo sviluppo di queste abilità dipende dal tipo di educazione che si è ricevuta,dagli stimoli dell’ambiente in cui si vive,dall’apprendere attraverso la formazione,dal supporto e dall’incoraggiamento…

QUALI SONO LE INTELLIGENZE

1 LINGUISTICA
abilita’ di usare il linguaggio,di descrivere, argomentare,
usare metafore,scrivere di vari argomenti,saper convincere altri..
Nel campo del lavoro giornalisti,scrittori,avvocati,addetti alle vendite,insegnanti.,counselor…. hanno  e usano questo tipo di intelligenza

2
LOGICO MATEMATICA
abilita’ di usare numeri,contare,applicare le abilita’ logico matematiche,risolvere problemi relativi. Nel campo del lavoro ragionieri,contabili,programmatori,scienziati,designer…usano questo tipo di intelligenza

3 SPAZIALE
abilita’ di percepire e rappresentare lo spazio,organizzarlo nella sua dimensione,forma,colore in modo creativo,senso dell’orientamento Nel campo del lavoro illustratori,
grafici,stilisti,architetti,fotografi,piloti..hanno e usano questa tipo di intelligenza.

4 MUSICALE
abilita’ di comprendere e sviluppare tecniche musicali,di rispondere emotivamente alla musica,di usare la musica in vari progetti,creare con la musica…
Nel campo del lavoro musicisti,compositori,
musicoterapeuti,direttori d’orchestra hanno  e usano questo tipo di intelligenza

5 FISICO-CINESTETICA
abilita’ di usare il corpo e attrezzi,di creare ed esprimersi attraverso il corpo.Nel campo del lavoro Atleti,scultori,
ballerini,coreografi,sportivi…hanno  e usano questo tipo di intelligenza

6 INTERPERSONALE O SOCIALE
a
bilita’ di comprendere l’altro:
-che cosa  motiva  una persona
-come cooperare con l’altro
l’uso dell’empatia(capacita’ di mettersi nei panni dell’altro) per aiutare gli altri e’ una caratteristica di questo tipo di intelligenza.
Nel campo del lavoro Assistenti
sociali, psicologi,
leader,politici,commercianti..hanno e usano questo tipo di intelligenza

7 INTRAPERSONALE
una abilita’ legata alla precedente ma che riguarda se stessi.(essere capaci di costruire una mappa di se’,un modello e operare con esso nella interazione con l’ambiente),abilita’ di valutare i propri punti di forza e le debolezze,i talenti e usarli per stabilire degli obiettivi da raggiungere.
Nel campo del lavoro  Manager,artisti,psicologi,leader religiosi,scrittori..hanno e usano questo tipo di intelligenza


8 NATURALISTICA
Questa intelligenza comprende l’abilita’ di riconoscere e classificare animali,piante,amore per l’allevamento di animali o la coltivazione di piante.Nel campo del lavoro biologi,ecologisti,addetti alla conservazione dell’ambiente hanno e usano questo tipo di intelligenza

 9  ESISTENZIALE
la capacità di saper riflettere sulla nostra esistenza.
I greci  la chiamavano ‘eudaimonia’: l’incontro fra la propria vocazione ( daimon) e la vita che viviamo.

Non è direttamente spendibile sul mercato ora ma il trend è appena iniziato e portera’ a nuove figure professionali nel mercato del lavoro.

Questo tipo di intelligenza ‘filosofica’  puo’ servire per aiutare
– ad inserire la propria professione  all’interno della propria vita.
– a costruire la propria vision personale.
– a mettere in equilibrio  il proprio impegno personale e le richieste e  i valori dell’organizzazione
– a dare un nuovo significato alla leadership in ambito manageriale ( business etico)

Vuoi sapere quali intelligenze hai nel tuo bagaglio?

 

Ecco il CHECK YOU UP

Il modulo e’ strutturato in colloqui e strumenti di multiassemnt

multitest di assessment
   da compilare ( via mail)

♦ invio profilo dsttagliato

♦sessione di discussione e feedback dei risultati
via Skype 


per informazioni 
vittoria.nervi@gmail.com

Career portfolio : Le chiavi invisibili del tuo career portfolio

Postato il Aggiornato il

career portfolio,workshop,competenze trasferibili

 

Dopo l’ennesimo invio a pioggia del tuo CV non è successo proprio niente?
Cosa c’è che non va?
Lo scopo del CV è convincere chi legge a fissarti un colloquio.

Come si fa a convincere una azienda a comprare qualcosa che non si vede,le tue competenze,il tuo know how,i tuoi servizi?

Vendere questi invisibili è la tua sfida e l’unico modo per vincere la partita è rendere visibile quello che è nascosto fra le righe.

Non basta scrivere,dire…è necessario FAR VEDERE

Vedere per credere
Ritorna un attimo indietro nel tempo quando eri piccolo e ti raccontavano le fiabe.
Quali ti incuriosivano di più’ ?quali ricordi meglio?
Quelle con le immagini colorate che catturavano la tua attenzione e immaginazione,no?
Raccontare la tua ‘storia-CV’  non basta.
Raccontare e mostrare le immagini o qualcosa di tangibile ha un impatto più potente e persuasivo.
Quando presenti a chi ti sta davanti un documento,un visual del tuo portfolio stai certo che catturi la sua attenzione e la sua curiosità
Perché’?
perché non gli stai ‘vendendo’ il solito bla bla più o meno fresco e forbito per dirgli che sei la persona giusta,che hai lavorato come…..per….
ma gli stai mostrando che quello che dici non è fumo

Un portfolio ben fatto,con gli item giusti è il cavallo vincente che ti dà credibilità.

leggi la mia intervista su Repubblica 

Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. Confucio

Vuoi iniziare a dar forma al tuo portfolio?

piccolo investimento…grandi risultati

contattami per saperne di più