Mese: luglio 2011

La SWOT:come scoprire i tuoi punti di forza con la swot

Postato il Aggiornato il

fare la swot

Il mercato del lavoro di questi tempi è come avventurarsi oltre le colonne di Ercole nella speranza di trovare terre migliori.
Per navigare nel mare popolato da altri competitor fra rapide tempeste e cambiamenti repentini, occorre prima di tutto avere una nave solida e tenere il timone (la fiducia nelle proprie capacità e nell’esperienza fatta.)
Ma per farsi notare ed emergere occorre conoscere il linguaggio efficace (essere capaci di comunicare il proprio valore) e avere quello che il job market chiama competive edge, cioè il vantaggio competitivo (cosa ho da offrire di diverso, in più di…?)

 la SWOT è  uno degli strumenti efficaci che possono aiutarti ad analizzare la tua situazione professionale da ben 4 punti di vista: due interni (i tuoi punti di forza e i tuoi punti critici) e due esterni (le opportunità che il mercato ti offre in un dato momento e i probabili ostacoli da superare).

strenghts/i punti di forza : il tuo capitale da investire
Per avere un quadro a 360° del tuo tasso di competitività prima di tutto devi conoscere a fondo i tuoi punti di forza. Questi sono i fondamentali sui quali si costruisce il tuo profilo professionale e il tuo successo
In inglese si chiamano asset le risorse che un’azienda o una persona possiedono.Ma cosa s’intende per risorse?

Il triangolo risorse
Immagina un triangolo con i 3 lati che lavorano in sinergia
i tuoi talenti
le tue passioni
le tue doti personali

1 focus sui talenti
Spesso diamo per scontato le cose che sappiamo fare meglio perché ci vengono naturali. Sono i nostri talenti che abbiamo avuto in dotazione.
♦Quali cose sai fare bene, senza fatica?
♦In quale situazione ricevi apprezzamenti?
♦Che cosa dicono di te le persone che ti conoscono?
♦Quali punti di forza notano?
♦Che cosa hai di speciale?

Fai un check up delle aree della tua vita in cerca di ‘cosa sai fare meglio’.(lavoro, famiglia, relazioni,denaro..)
Rifletti sui diversi ruoli che hai
° nella tua vita privata (partner, genitore, fratello/sorella, amico di…)
° in quella professionale (collega, capo, responsabile….)

2 focus sulle passioni
Quali sono le tue passioni?
Cosa riesce a farti stare bene?
Cosa ti entusiasma?
Come le tue passioni possono aiutarti nel tuo lavoro?
Come trasferire l’entusiasmo e la motivazione nel tuo quotidiano?

3 focus sulle tue doti personali
Quali sono gli aspetti positivi della tua personalità, cosa ti piace di te stesso?
Sei una persona affidabile?
Ti fai in quattro per aiutare gli altri?
Sei determinato? (il tipo ‘non mollo fino a quando non ho trovato la soluzione)
sai ascoltare gli altri e metterti nei loro panni?
Sei ‘geneticamente’ curioso e non ti accontenti de ‘tutti fanno così?

il tuo capitale professionale: i professional asset
Il tuo potenziale
Quale è il tuo potenziale professionale?
(know how,abilità,skill trasferibili,soft skill,competenze)
che tipo di formazione hai o hai avuto?
Quali sono le competenze e le capacità che ti pongono in una situazione di vantaggio rispetto ai tuoi obiettivi di crescita?

Punti di forza e capacità non sono la stessa cosa
Molti pensano,a torto,che i punti di forza e le capacità siano la stessa cosa.Qual è allora la differenza?
Le capacità si acquisiscono con un training,frequentando un corso,imparando a fare qualcosa
Esempio:usare Photoshop,confezionare vestiti,assistere gli anziani….

Come puoi migliorare la tua competenza professionale?
(aree di possibile miglioramento)

I punti di forza sono nel tuo bagaglio dalla nascita o vengono dalla tua esperienza che hai accumulato e non s’imparano facilmente con un semplice corso.
Per esempio la perseveranza e la resilienza di fronte alle difficoltà,la tua naturale simpatia,la tua flessibilità nell’affrontare i momenti di cambiamento…

Ogni tipo di lavoro richiede determinati punti di forza ed è a questi che è interessato in primis chi ti chiama per il colloquio. Le capacità non sono tutto, anche se nel tuo CV brillano come stelle nel firmamento.
Puoi essere bravissimo nel tuo lavoro ma se sei un rompiscatole,arrivi in ritardo,non rispetti i tempi,fai fatica a fare il lavoro di squadra le tue chance diminuiscono paurosamente, anche se sei super qualificato.

Hai fatto un colloquio dove ti è sembrato che tutto sia andato liscio ma sei rimasto a bocca asciutta?
Se ti sono capitate le 3 domande-must
1. Mi parli di Lei
2.Mi dica i suoi punti di forza
3. Mi dica suoi punti di debolezza
cosa e come hai risposto?

Il tuo commento o le tue osservazioni sono sempre gradite,grazie

 

Annunci