Mese: gennaio 2013

CVmarketing:come rifare il look al tuo CV

Postato il Aggiornato il

focus cv,valur proposition,self marketing,personal branding e cv,la proposizione di valore nel CV
Anche per il CV vale il detto’anche l’occhio vuole la sua parte’.Il layout del CV è la confezione del tuo prodotti di marketing.
Metteresti un prodotto di valore in una scatola anonima o avvolto in un foglio di giornale?
Sono certa che metteresti la massima cura per presentare un prodotto di valore.

Il tuo CV verrò letto in pochi secondi.Più che letto verrà rapidamente scannerizzato scorrendo lo sguardo lungo la prima mezza pagina in alto.
Immagina che questo spazio sia come una vetrina allestita al meglio per convincere il cliente a entrare e comperare
E’ proprio questo spazio-vetrina che fa la differenza.Quello che metti in vetrina, se sarà significativo convincerà il selezionatore a ‘entrare’ nel tuo negozio,proseguire nella lettura per vedere cosa c’è di interessante

La lettura del CV                               
Quale movimento fanno gli occhi per del selezionatore per ‘scannerizzare’ rapidamente il tuo CV?
La prima lettura viene fatta in diagonale un po’ come quando scorri in un giornale un articolo.Non guardi i dettagli ma ciò che ‘salta all’occhio’
Il lettore medio  legge circa 240 parole al minuto.Chi legge in diagonale scannerizza circa 15 parole al secondo o circa 900 al minuto Quindi ci sono almeno da 3 a 5 parti importanti che chi legge in diagonale vede in 10 secondi
Rendi più facile la lettura con titoli, sottotitoli, parole-chiave in grassetto…

Guarda al tuo CV. Hai messo lì le informazioni più importanti e rilevanti o sono seminate in fondo alla pagina?
Il CV europeo obbliga a mettere le competenze( che sono gli elementi più importanti) in fondo alla pagina

il look del curricolo : deve attirare l’attenzione
Il layout del CV formato europeo è standard e a parte qualche modifica che puoi fare rimane sempre uguale come un abito fatto in serie.  
Questo non ti aiuta certo a distinguerti,ad attirare l’attenzione.

Il tuo CV dà a chi legge la prima impressione di chi sei e un tappeto di parole uniformi sul foglio non hanno appeal.Sono come un cielo tutto grigio,uno spazio statico che dà l’impressione che tu,dopottutto non sia così qualificato per quella posizione.
I selezionatori non hanno tempo di leggere riga dopo riga decine di CV e di andare a cercare fra le frasi,come in una caccia al tesoro la pepita di valore.
Le ‘pepite’ devi metterle  bene in evidenza così che balzino subito agli occhi e catturino l’attenzione.
Il design del tuo CV deve mettere in luce, proprio come sotto un riflettore,le informazioni più importanti che riguardano le tue competenze,la tua esperienza e la tua formazione.
Deve essere proprio come una foto fatta con l’obiettivo e la luce migliore in modo che risaltino i pregi e minimizzati i difetti

I trucchi del mestiere

L’IMPAGINAZIONE
Il CV europeo presenta due colonne fisse uguali sia per chi è al primo lavoro sia chi ha anni di esperienza.
La scelta del format dipende da che tipo di informazioni vuoi mettere in evidenza.
Come un vetrinista devi scegliere come disporre ‘la merce’ nella tua vetrina.
Ecco alcuni esempi di layout grafico  che puoi utilizzare per mettere in evidenza le informazioni importanti in modo che vengano notate.
(nome, titoli dei paragrafi, titolo di studio,competenze..).Le informazioni possono essere distribuite su una unica colonna,su 2 o anche 3.

LO STILE :SCEGLI IL FONT GIUSTO
Il font giusto è quello che dà la prima impressione.L’aspetto estetico non è un dettaglio così pure la leggibilità
I font, come qualsiasi elemento grafico, sono fatti per svolgere ruoli diversi e per ispirare emozioni diverse. Ci sono 2 tipi di font:Serif e Sans Serif.

I  tipi Serif (caratteri con grazie) danno un’aria di importanza e serietà
Times New Roman
Bookman Old Style
Garamond
Questi tipi di font vanno bene per il CV cartaceo stampato ma sono da evitare nella lettura a monitor perché affaticano la vista e se il tuo CV viene scannerizzato da un software perché è fonte di problemi

I font sans serif hanno uno stile moderno,innovativo e vanno bene per la lettura a monitor
Arial
Verdana
Century Gothic 

Qualunque font sceglierai evita di usare l’italico (il carattere inclinato verso destra) per mettere in evidenza una frase perché  è poco leggibile e faticoso quindi otterresti l’effetto esattamenre opposto.

La grandezza del carattere 
Usa 3 grandezze:
♦ per il nome 16 (in alto al centro o a sinistra per dare un´impressione assertiva)
♦per il testo base 12
♦ per i titoli dei paragrafi 14

 

Vuoi informazioni sui servizi CV marketing?

richiedi la brochure a info@vittorianervicounselor.it

Copyright
©-Vittoria Nervi-counseling solutions-All Rights Reserved

Annunci

CVmarketing:come mettere il turbo al tuo CV?4 dritte per cominciare

Postato il

Ogni giorno piovono migliaia di CV sulle aziende e la maggior parte di questi  sono nel formato europeo,un formato che
appiattisce l’unicità di ognuno.crea l’effetto necrologio.E’ un po’ come mettere su uno scaffale da discount vari tipi di  prodotti con una confezione anonima,senza colore,senza  nulla che possa incuriosire e convincere.
L’occhio vuole la sua parte.Il tuo CV è il tuo strumento di marketing.Stai promuovendo il tuo prodotto,stai vendendo le tue competenze,la tua esperienza,quello che sai e che può dare valore aggiunto a una azienda.
Perché giocare al ribasso?
Il CV va personalizzato,deve comunicare il tuo stile professionale,attirare l’attenzione,persuadere chi lo legge a chiamarti per un colloquio.

Inizia con un po’ di brainstorming
Devi organizzare tutte le informazioni in modo conciso,chiaro,schematico quindi prima devi chiederti
Per quale profilo professionale mando il mio CV?
quali punti combaciano con il profilo che sta cercando questa azienda ?
Analizza la tua storia professionale,le tue competenze,le tue doti personali…
per mettere in evidenza i tuoi punti forti
Spesso le persone non sono consapevole del loro potenziale,di quelli che vengono chiamate soft skill
leggi alcuni articoli

Ecco qualche tip per mettere il turbo al tuo CV
1come ti definisci?
accanto al tuo nome e cognome metti il titolo del tuo ruolo:marketing manager,tecnico informatico,formatore…..
Appena leggeranno il tuo CV sapranno subito dove posizionarti

2cosa sai fare?
 metti in evidenza  nella prima parte del CV  le tue aree di competenza.Non più di 4
♦customer service                                           
♦gestione recupero crediti
♦ budgeting
♦data management,SQL 

3 che doti personali vuoi mettere in evidenza?
ottime capacità organizzative  di un team di lavoro
spirito d’iniziativa                                                                        

flessibilità, tolleranza allo stress    
time management
LEGGI QUI 

4 crea un CV dinamico

Il tuo CV non deve essere come un quadro di natura morta ma deve attirare l’attenzione,essere dinamico
In che altro modo puoi dinamizzarlo?
Con la potenza dei verbi,tutti quei verbi che danno l’idea di azione,che valorizzano tue qualità personali e i risultati

Punta sui risultati

Chi fa marketing punta sui risultati del prodotto
xy lava più bianco    xx fa sparire le rughe

Leggi questo esempio
Ho gestito per 24 mesi  il servizio di customer care della azienda xxx,esaminato una media giornaliera di 50 chiamate inbound,condotto con rapidità le necessarie verifiche e risolto con successo e soddisfazione della clientela più dell’80 % dei problemi e delle richieste di informazione.

Il verbo non basta.Altrettanto importanti sono i nomi per comporre una frase che ha senso
ESEMPIO
esperto e motivato IT manager con significative capacità di problem solving

NOMI
Indicano cosa hai fatto per portare a termine un obiettivo,un compito.
In poche parole i contenuti delle tue perfomance.
I nomi riguardano l’esperienza le tue qualifiche,le tue competenze tecniche,comunicative,organizzative….

Usa queste parole in modo da dimostrare che hai ottenuto risultati concreti
esempio
aumentare le vendite
motivare il team
nel prossimo articolo altre ‘dritte’

Vuoi una consulenza per ottimizzare il tuo CV?

Vuoi fare un completo restyling dei contenuti e creare un layout grafico personalizzato?

richiedi la brochure servizi CV
 professional@counselingsolutions.it

Obiettivi per il nuovo anno?Segui l’approccio Goldilocks

Postato il

All’inizio di ogni anno ci si ferma a riflettere sui buoni propositi da mettere in pratica e sugli obiettivi sui quali concentrarsi
Di questi tempi colpa della crisi,della recessione,di un comprensibile pessimismo sembra che molti  preferiscano galleggiare a vista,adottare la politica del carpe diem.
L’incertezza,l’insicurezza è palpabile e certo non abbiamo bisogno delle statistiche,dei titoloni dei giornali o delle solite news che girano il coltello nella piaga e nella paura.
Essere ottimisti?non basta
Fissare degli obiettivi è sempre più critico perché una situazione può cambiare rapidamente mettendoci davanti a sgradite sorprese,ostacoli,imprevisti.

C’è un detto  in dialetto milanese  “vula bas schiva i sass” (vola basso e schiva i sassi)
Sii prudente,non strafare e attento agli ostacoli da schivare.
Questo significa concentrare le proprie energie,il proprio tempo e le proprie risorse sul possibile e sul probabile per governare con i propri mezzi il trend ondivago non mollando mai il timone (la fiducia in se stessi,il coraggio)

Il più grande pericolo per noi non è che miriamo troppo in alto e non riusciamo a raggiungere il nostro obiettivo ma che miriamo troppo in basso e lo raggiungiamo Michelangelo Buonarroti

Se fissiamo l’asticella troppo in basso perdiamo di vista qualche opportunità.
Cosa fare?
♦fissare un obiettivo da raggiungere per un periodo definito e misurabile di tempo per affrontare le eventuali variabili che possono emergere,i cambiamenti da apportare  entro il….
♦ fissare il cosa ottenere in concreto che può essere verificato
questo eviterà frustrazioni e perdita di motivazione e il rischio di giocare in difesa saltando da un obiettivo all’altro come una palla

Occorrono una roadmap chiara con le tappe e strategie efficaci

l’approccio “Goldilocks
Goldilocks (Riccioli d’oro) e i tre orsi è una vecchia favola
una bambina dai riccioli d’oro entra nella casa di tre orsi mentre questi sono andati a fare una passeggiata.
Gli orsi hanno lasciato 3 piatti di minestra sulla tavola. Goldilocks assaggia il primo piatto:troppo fredda,il secondo:troppo calda
Finalmente il terzo piatto è ok,è il giusto mezzo, non troppo freddo e non troppo caldo. L’approccio Goldilocks” è sinonimo del giusto mezzo,
Nei momenti di crisi e d’incertezza è utile adottare comportamenti che non siano “né troppo caldi né troppo freddi”.
Il principio della favola è l’equilibriodinamico:Cercare  il punto di equilibrio fra 2 estremi né troppo…né  poco

EFFETTO PENDOLO
Per arrivare a destinazione occorre una roadmap,OCCORRE AGIRE e innescare la  marcia
Il percorso all’inizio comporta l’oscillare fra 2 estremi troppo….poco

Cosa è troppo/Cosa è poco 
♦nel lavoro
♦nella vita privata  
♦nella gestione della giornata
♦nella cura del proprio benessere psicofisicon
♦nel modo di gestire il tempo libero

Stabilire obiettivi troppo difficili da raggiungere,poco realistici
Stabilire troppi obiettivi
rischio: è di partire in quarta ma di perdere entusiasmo,energia a metà percorso

Stabilire obiettivi troppo banali e facili
rischio: manca la giusta dose di adrenalina e di sfida che sentiamo quando ci mettiamo in gioco e affrontiamo il rischio

Focalizzarsi su poche aree
Non basta fissare obiettivi solo nel campo professionale.Non si vive di solo lavoro
Quando fissi i tuoi obiettivi assicurati di stabilire un equilibrio ragionevole fra le varie aree della tua vita,quelle che ti danno soddisfazione,che nutrono le tue passioni e ti fanno sentire bene con te stesso e con gli altri.

Come career counselor posso aiutarti a fare un check up per valutare il quadro generale (lavoro,rapporti personali, benessere fisico…),e capire quali sono le aree che richiedono maggiore attenzione e un pronto intervento per una vita più in equilibrio e come armonizzarle con le altre

 

 

 

 

 

servizio  in promozione fino al 28 febbraio
Richiedi la brochure  le 10 aree
professional@counselingsolutions.it