Mese: aprile 2013

Goal setting:scopri se sei il tipo comunicatore

Postato il

Per definire i propri obiettivi ognuno rientra idealmente in uno dei 4 modelli
Ho descritto i precedenti
il combattente
il cercatore  

l’identikit del comunicatore
Chi si ispira al modello del comunicatore ama aiutare gli altri a raggiungere i propri traguardi.Dà valore più alle persone che ai risultati.
Se volete una persona che eccelle a costruire e mantenere una rete di relazioni,fare squadra e lavorare in team,aiutare gli altri,creare un clima di cooperazione e collaborazione fidatevi di questo tipo.
Le sue fonti di motivazione sono: Fare networking,appartenere a un team affiatato,essere gratificato per il suo contributo e fare per il bene comune.
E’ proprio la sua abilità a fare networking il segreto del suo successo.
E’ un venditore nato.
Questa tipologia non ama rischiare in proprio ma può farlo se il rischio è condiviso dal gruppo di appartenenza.
E’ paziente,leale,affidabile e prende le cose e le situazioni con calma senza farsi prendere dalle angosce delle scadenze.
Non è il tipo che progetta,pianifica e fa attenzione ai dettagli.E’ un follone,segue i piani stabiliti da altri con impegno specie se è parte di un team

 

La parte in ombra
Fare il buon samaritano e aiutare sempre agli altri ha un costo. si dimenticano i propri obiettivi e si mettono in fondo alla lista i propri bisogni.
Essere altruisti è ok ma senza strafare,senza dire sempre sì a tutti,senza farsi influenzare dalle opinioni e da quello che glialtri si aspettano.
Il proprio equilibrio,la propria energia e la propria salute vanno salvaguardate.
Fare gli stakanovisti porta dritto dritto al burn out e all’esaurimento.
Al tipo comunicatore non piacciono le discussioni e i conflitti perciò cerca di evitare il confronto fino al pnto di non ritorno perché spera che le situazioni si aggiustino magicamente da sole.
Il punto dolens del comunicatore è l’assertività.Deve imparare a far valere i propri diritti,a non farsi prendere dal buonismo
Un suggerimento?
Questi due ebook potrebbero sicuramente servirgli

Qualche spunto di riflessione per il  comunicatore
♦farsi spesso la domanda:io cosa voglio veramente adesso?Cosa mi piace?
♦chiarire i propri obiettivi
quali sono i miei obiettivi in campo personale e professionale?
♦imparare l’arte del goal setting

Obiettivi per il 2013?Segui l’approccio Goldilocks

Goal setting:I 6 ostacoli che ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi

Goal setting:3 ostacoli che ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi

Quanto ti costa non sapere dire NO?
VUOI IMPARARE A PIANIFICARE E REALIZZARE I TUOI OBIETTIVI?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


per info
 
professional@counselingsolutions.it

Copyright©Vittoria Nervi-counseling solutions-All Rights Reserved

Annunci

Qual è il focus del tuo CV? Costruisci la tua VP

Postato il Aggiornato il

focus cv,valur proposition,self marketing,personal branding e cv,la proposizione di valore nel CV

cosa deve avere il tuo CV per attirare in 30 secondi l’attenzione del recruiter?
Quel quid che lo distingue dai soliti CV-necrologio con le solite frasi trite e ritrite o noiosi elenchi tipo lista della spesa.

il CV…respira
Il CV non è un semplice foglio con frasi nero su bianco,non e come un quadro di natura morta dove ogni elemento è immobile a perenne memoria ma e uno strumento dinamico in progress che racconta la tua storia in poche righe, mostra la tua unicità,la tua originalità e deve fornire in modo persuasivo queste prove:
io ho l’esperienza per ricoprire quella posizione
io ho le competenze necessarie per produrre risultati

Il tuo CV deve incuriosire fino al punto di chiamarti per un colloquio per scoprire di più su di te.E’ il tuo passaporto per farti arrivare a destinazione.

Ogni azienda cerca la persona giusta per migliorare il suo business, il servizio efficace per ottimizzare la sua performance sul mercato,ottenere risultati e trovare soluzioni
e nel CV vuole trovare la risposta a’ questo candidato/a può farlo? come?

Nel CV tu vendi un servizio e devi convincere chi legge che è proprio quello che stanno cercando.Come? Illustrando in concreto ( con numeri,percentuali…) i risultati che hai ottenuto e quelli che potrai fornire  per venire incontro ai loro bisogni

domanda: che tipo di problemi da risolvere potrebbe avere quella azienda?
analizza il loro sito,informati,chiedi a chi lavora in quel campo….

I 2 PUNTI CHIAVE DEL TUO CV
Il tuo CV deve mostrare chiaramente
1 il tuo valore
2 come puoi aiutare quella azienda

il tuo CV  è la tua Value Proposition (proposta di valore)
Una proposta di valore definisce perché sei unico,diverso dagli altri
come puoi offrire questo valore aggiunto al tuo cliente ( la potenziale azienda)?
perché l’azienda dovrebbe scegliere te?

in pratica

Costruire una value proposition non è semplice.E’ come costruire linea per linea un identikit preciso e puntuale di te come se fossi un prodotto che conosci come le tue tasche(qualità personali,competenze,esperienza spendibile,punti di forza,stile di lavoro,impressione..)
1 dai il nome al tuo prodotto
che ruolo professionale hai?

2 quale è il tuo campo professionale?
lavori o vuoi lavorare nel campo della comunicazione? nel marketing? in campo artistico?per i servizi alla persona?……

3 come ti definiresti in 3 parole?
prova a elencare le tue 3 migliori qualità

4 cerca dei verbi dinamici che descrivano come potrai aiutare quella azienda
leggi
le parole chiave  prima parte  seconda parte  terza parte 
ora metti  il tutto insieme e avrai una bozza della tua value proposition

E’ solo l’inizio….

cosa fare per il tuo CV

 

Copyright©-Vittoria Nervi-All Rights Reserved