Mese: gennaio 2014

I 3 must dell’atteggiamento vincente in campo professionale

Postato il

atteggiamento vincente,resilienza,motivazione,cambiamento career counseling,vittoria nervi

il successo si ottiene sviluppando i propri punti di forza non eliminando i punti criticiM.V. Savant

Credi di avere poche chance di successo perché qualcuno a scuola,in famiglia o nel tuo ambiente di lavoro ti ha detto che non hai la stoffa per fare quella professione  o non hai quello che serve per diventare un esperto di…?
Questa fiducia nei cosiddetti esperti e l’abitudine di prendere per oro colato i giudizi lapidari di eminenti figure porta a false convinzioni circa le proprie capacità e a un atteggiamento mentale passivo del tipo ‘me l’ah detto xx quindi è vero.
C’è una notevole lista di persone che non hanno accettato queste limitazioni imposte e hanno lavorato sulle proprie potenzialità con determinazione e atteggiamento positivo.

Da Proust a Elvs Presley,Einstein,Darwin,Freddy Mercury…. sono solo alcuni esempi di persone che hanno capito che ognuno può fare qualsiasi cosa se c’è la motivazione e la determinazione.

 

Il genio è per l’1% ispirazione e per il 99% traspirazione. Thomas Edison

Hai il tuo bagaglio di competenze tecniche,quello che sai o credi di sapere e saper fare ma questo non basta nel nuovo mercato del lavoro.
Occorre cambiare il tuo modo di vedere,inforcare nuove lenti per navigare con successo senza rischiare di perdersi nei rapidi cambiamenti che la crisi sta portando.
Sempre più ciò che farà la differenza non saranno solo le competenze che potrebbero avere decine di altri come te ma quel quid in più che può distinguerti e questo è un nuovo atteggiamento mentale flessibile che viaggia in sinergia con i cambiamenti,la capacità di adattarti creativamente ai mutamenti senza subirli ma ,al contrario, cercando le migliori  opportunità  per volgerli a tuo vantaggio

I 3  must
Nel loro libro Put Your Mindset to Work’, James Reed  e Paul G. Stoltz indicano i 3 fattori che fanno la differenza  qualitativa in campo professionale fra chi rischia di rimanere al palo,o scaricato come peso morto e chi va avanti

il fattore GLOBALE
Il termine globale non significa essere capaci di una visione internazionale o avere un atteggiamento aperto verso le altre culture ma essere in grado di avere una mente aperta a nuove idee, nuove esperienze,nuove connessioni  e collaborazioni con diverse persone per costruire un potente network
Le due parole chiave sono:connettività e apertura mentale.
Questa è la capacità di vedere la FORESTA. Focalizzarsi solo sul temporaneo, sul qui ed ora può far perdere di vista il processo. Uno scanning più ampio è utile in termini di TIMING.

il fattore INTEGRITA’ GENTILE
riguarda un approccio costruttivo verso  le persone intorno a te ,la comunità in cui vivi e lavori,il tuo Paese e il mondo.L’onestà,la lealtà è esattamente agli antipodi del corrente atteggiamento ‘mors tua vita mea’ di ‘fare le scarpe’ agli altri o adottare un atteggiamento aggressivo,subdolo, arrogante o fare battute fuori luogo….
Occorre imparare a mettere in pratica l’intelligenza emotiva e l’empatia

ASCOLTARE :che orecchie hai?
L’emozione verde-l’altra faccia dell’invidia:la schadenfreude
intelligenza emotiva:Il curricolo per vivere al 100%

il fattore CORAGGIO
Nel nuovo millennio i cambiamenti sono rapidi e le probabilità di dover fare scelte per cambiare rotta in campo professionale sono aumentate e aumenteranno in modo esponenziale.
Il fattore che fa la differenza è proprio quel coraggio che ci permette di risollevarci in un momento no e proseguire con perseveranza senza scoraggiarci o farci bloccare
Come diceva Nietzsche ‘Ciò che non mi uccide, mi rende più forte’
I 3 fattori vincenti sono un potente GPS che può guidarci nella naviagazione.

il fattore globale è il punto di vantaggio,l’integrità gentile è la prima pietra delle tue fondamenta ma occorre il carburante del coraggio per procedere e concretizzare i tuoi progetti,mettere le gambe ai tuoi sogni

Ogni obiettivo è come un sogno con le gambe. É destinato a condurti da qualche parte

Questo terzo fattore è quell’insieme di tenacia, forza d’animo,capacità di rischiare e resilienza che ti permette di continuare il tuo percorso nonostante gli ostacoli o i gufatori

crescere,migliorare,imparare,mantenere il focus sui propri obiettivi,seguire le proprie passioni,essere assertivi

leggi
Guidare l’elefante:le 3 tappe per raggiungere i tuoi obiettivi
i 7 killer della passione
come difendersi dai mangia energia

Non puoi decidere il tuo destino. Ma puoi decidere come affrontarlo

Ecco 3 storie di coraggio
Andrea Devicenzi – Trasformare i sogni in obiettivi
Anna dei miracoli 
Con la testa e con il cuore si va ovunque. La storia della mia nuova vita 

libri
Storie di giovani italiani che ce l’hanno fatta, nonostante tutto

 

 

Annunci

parola chiave :cambia atteggiamento mentale

Postato il Aggiornato il

atteggiamento mentale,mindset,career counseling,problem solving, come fare il CV,2014

Siamo ancora dentro il lungo tunnel della crisi e,secondo i dati che ogni giorno la Tv sforna,la disoccupazione viaggia su percentuali da brivido.
Sulla scacchiera lavoro le regole del  mercato sono cambiate.Occorre cercare con pazienza le opportunità che il caos di questa crisi può offrire andando oltre gli annunci e imparando a promuoversi direttamente come problem solver.
Una azienda ha un problema? Io posso aiutarvi a risolverlo con le mie competenze e le mie doti personali.
Per fare questo occorre passare da un atteggiamento di attesa, passivo a quello del cercatore d’oro.
Setacciare palmo a palmo la zona per cercare un possibile lavoro nascosto

un nuovo atteggiamento
Le 2 parole chiave del nuovo atteggiamento sono tempo e distanza.
Essere capace di sollevare lo sguardo dal buio qui e ora e gettare uno sguardo curioso  e aperto a quel quadro d’insieme ,alla big picture oltre la siepe del proprio spazio per  pescare nella confusione il germe di nuove idee.
Smetti di pensarti con gli schemi riduttivi di quello che sai  e sai fare.

Rimescola le carte e prova a guardarti come un investimento su cui l’azienda può puntare.
Vendi il tuo ROI cioè  il tuo indice di redditività,quanto puoi rendere alla azienda.Dimostra concretamente,oltre che nel CV, come puoi aiutare quella azienda,come hai già aiutato in precedenti posti di lavoro con numeri alla mano a risparmiare tempo, ottimizzare il lavoro,guadagnare clienti,migliorare…
Mettiti nei panni di chi sta dall’altra parte cercando di rispondere alla domanda che sta nella testa di chi leggerà il tuo CV o ti chiamerà per un colloquio:cosa hai per me?

Certo non è facile ma è meglio che sedersi a piangersi addosso,piombarsi nel ruolo di vittime o aspettare che i politici e fantomatici tecnici si decidano a varare concrete misure per risolvere il problema della disoccupazione.
Quelli abitano altri pianeti e fanno con calma perché hanno tutto quello che occorre per arrivare comodamente alla fine del mese.

Cosa? È finita? Hai detto finita? Non finisce proprio niente se non l’abbiamo deciso noi. E qui non finisce, perché quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare.Animal House, film del 1978 di John Landis

le 6 qualità del nuovo atteggiamento
quali sono le qualità alle quali danno maggior valore le aziende oggi?
onestà
affidabilità
impegno
adattabilità
senso di responsabilità
flessibilità

il tuo CV: IL TUO MIGLIOR SUPPORTER
Analizza con attenzione il tuo CV e fatti questa domanda:

♦I contenuti del  CV  mettono in evidenza le 6 qualità che ho elencato sopra?
♦nel tuo CV c’è il giusto mix fra competenze,doti personali e le 6 qualità?

Se hai qualche dubbio questo è il momento per porre rimedio e fare un restyling al tuo attuale strumento di promozione

Counseling Solutions ti offre servizi su misura per te
ecco  alcune  proposte


sei over 40?ecco una proposta su misura per te  

una proposta per le donne: promuoversi come professionista donna


nel prossimo post : i 3 must dell’atteggiamento vincente