Mese: giugno 2014

Impara velocemente l’inglese con la musica barocca

Postato il

La musica ci emoziona,ci convince a comperare o fa emergere i ricordi del primo appuntamento,ci porta fuori dalla depressione quando nient’altro riesce a farlo.La musica occupa più aree del nostro cervello rispetto al linguaggio.
Oliver Sacks 

un testimonial d’eccezione
Albert Einstein nel periodo scolastico dato i scarsi risultati era stato etichettato come scarso,lento ad apprendere quindi i suoi docenti suggerirono ai genitori di di mandarlo a lavorare.Inutile sprecare tempo e denaro.
Sua madre,pianista di talento, invece comprò ad Albert un violino e in poco tempo Alberto diventò bravo a suonarlo.
Fu proprio la sua amata musica(Mozart e Bach) che aiutò Einstein a passare da stupido a genio.Le sue maggiori intuizioni videro la luce proprio quando lui improvvisava col suo amato violino
Il legame con la fisica, la matematica e la musica, è lo stesso legame, che lega la ragione con l’intuizione.

Se non fossi stato un fisico, probabilmente sarei stato un musicista.Penso spesso in musica,vivo la mia musica, nei miei sogni a occhi aperti

il cervello ha la sua music zone
Il linguaggio e la musica si trovano nella zona dei 2 lobi temporali. Ognuno ha il suo compito.Quello di sinistra riconosce meglio le parole,quello di destra la musica.
Spesso i musicisti di talento sono anche bravi ad apprendere velocemente le lingue
Questo è dovuto a una grande capacità di percepire e riprodurre le intonazioni e l’accento caratteristico di una lingua,così come le persone multilingue hanno una marcia in più per quanto riguarda le capacità musicali
leggi approfondimento

la musica ti dà una mano
La musica aiuta a creare quella atmosfera rilassata preludio per imparare,concentrarsi,memorizzare.Inoltre aiuta il nostro cervello a rilasciare endorfine

onda su onda
La musica influenza l’elettricità del cervello.Questa viene misurata in onde.
Il cervello utilizza vari tipi di onde (Delta,Theta,Alpha,Beta) e ognuna ha uno scopo specifico

La musica barocca
perché proprio questo tipo di musica che era in auge in Europa tra il 1600 e il 1750?
Alcune ricerche hanno dimostrato che questa musica con le sue 60 battute circa al minuto rallenta la respirazione e il battito cardiaco aiutando il cervello a produrre più onde Alpha che sono presenti quando siamo calmi,rilassati quindi questo stato è ideale per imparare,creare oltre che rilassarsi.Anche la capacità di memorizzare migliora considerevolmente(+26%) ascoltando questa musica.

in pratica
per studiare l’inglese ma non solo…anche per migliorare i tuoi risultati quando impari qualcosa di nuovo ecco alcuni suggerimenti

esame d’inglese?Affidati all’effetto Mozart
l’ascolto della musica di Mozart stimola i neuroni del cervello aiutando il corpo a rilassarsi e la mente a conservare le informazioni con maggiore efficienza.
Fra le musiche di Mozart, vivamente consigliata per la sua efficacia la Sonata per due pianoforti in Re maggiore. In rete puoi scaricarla gratis da vari siti

Vuoi memorizzare rapidamente il vocabolario d’inglese?
Ecco alcuni suggerimenti musicali

Il compositore più famoso di musica barocca fu  Johann Sebastian Bach.
♦Concerti per clavicembalo
♦Suite for Orchestra No. 3 BWV 1068
♦Goldberg Variations, BWV 988

George F.Handel .
♦Musica sull’acqua
♦Musica per i reali fuochi d’artificio Concerti No.1 e 3

Antonio Vivaldi
♦6 concerti per flauto, Opus 10 
♦Le 4 stagioni  ‘ inverno’  

Canone di Pachelbel

 

Annunci

imparare l’inglese:l’inglese ha la sua musica

Postato il Aggiornato il

Si parla bene una lingua solo quando la si sente bene, ovvero quando si possono analizzare i suoni e riconoscere il ritmo della melodia linguistica
Alfred A. Tomatis

L’INGLESE HA LA SUA…MUSICA
Quando impari l’inglese la prima cosa è ‘farsi l’orecchio’,abituarti alla musicalità di questa lingua ascoltando canzoni,film in lingua originale o dialoghi
Non importa se capisci poco.Con la costanza ti verrà sempre più facile.

Per parlare in inglese devi adattare il tuo orecchio a una diversa frequenza sonora.Ma non basta.Per imparare una nuova lingua devi entrare in un nuovo modi di pensare,di sentire e esprimerti anche a livello non verbale.

Tutti sappiamo ormai che la parte più importante della comunicazione non è la parte verbale(solo il 15%) ma quella non verbale cioè il linguaggio corporeo (70%) e l’intonazione,la parte ‘musicale’ del linguaggio (15%)

Ogni lingua utilizza la sua gamma di frequenze sonore misurate in Hertz
per esempio
gli italiani utilizzano frequenza tra i 500 e i 3000 Hertz
gli Inglesi utilizzano frequenze tra i 2000 e i 12000 Hertz.

Musica e linguaggio
La musica e il linguaggio hanno in comune ritmo,tono,ntonazione…. la prima cosa che abbiamo imparato  da piccoli è la musicalità della vocedei nostri genitori,il loro specifico timbro…

Hai mai notato che quando vai in un’altra regione dopo poco tendi a usare lacadenza inflessione tipica della regione?

la musica della lingua : l’intonazione
L’intonazione è la “musica” di una lingua.Ogni lingua ha varie intonazioni per fare domande,affermare,esclamare…
All’interno di una stessa lingua ci sono delle variazioni.
Per esempio nelle varie regioni italiane le intonazioni cambiano..Regione che vai ,intonazione che trovi
In inglese l’intonazione  è più piatta di quella italiana. Il tono resta lo stesso per tutta una frase lungo  e sale o scende solo alla fine a seconda se è una domanda o una affermazione.Per imparare occorre ascoltare e ripetere a voce alta senza mai stancarsi. 

ritmo
L’italiano e l’inglese hanno ritmi diversi. Gli Italiani spesso si lamentano per quel modo di mangiar via le parole in una frase che differenza c’è fra il nostro ritmo e quello inglese?
Non tutte le parole all’interno della frase hanno la stessa importanza.

E’ una questione di sillabe
Ogni lingua ha il suo ritmo specifico che la rende inconfondibile.Un buon inglese è un inglese parlato con il ritmo giusto

In italiano
si alternano sillabe brevi e lunghe La durata di ogni sillaba è uguale. Il ritmo dell’italiano e  il tempo per pronunciare una frase dipende dal numero di sillabe e non dal numero di accenti

In inglese si alternano sillabe accentate e non.La  durata tra due sillabe accentate è uguale.
Fra un accento e l’altro ci possono essere un qualsiasi numero di sillabe non accentate.La durata non cambia. Il ritmo deve sempre essere rispettato.
Ecco perché gli Italiani dicono che gli inglesi mangiano le parole.
Sono proprio quelle non accentate ,quindi meno importanti, che hanno una pronuncia debole,più sfumata.

Vi sono parole di contenuto e parole funzionali
Le parole importanti,di contenuto sono
•nomi,pronomi,verbi e aggettivi quindi sono accentate e pronunciate chiaramente.

Le parole funzionali vengono pronunciate velocemente e in maniera sfumata perché sono meno importanti
•congiunzioni (and, but….)

•aggettivi indefiniti (some, any, such),
•pronomi personali  (he, she, it/ his, her, its, etc.)
•articoli
•verbi ausiliari (to be, to have) e modali (can, could, should, must)
•preposizioni

il problema con i suoni
Gli italiani incontrano qualche difficoltà per quanto riguarda la pronuncia psecie per quei suoni che in italiano non esistono.

Iniziamo dalla pronuncia delle vocali.In inglese per le vocali abbondano i suoni
Vediamo brevemente alcuni suoni che non esistono in italiano
il suono [æ]  ,un suono  tra [a] e [e]
cat  at  cap  map  bag  back

il suono [ʌ] un suono  tra [a] e [o]
cut  bud luck stuff  cu

fra le consonanti la palma per la bestia nera è il suono th
Queste 2 lettere hanno due pronunce

 [ð] (this,they) e   [θ]  (thing, three )
guarda in questo video la pronuncia [θ]   di three
Come si pronuncia il ‘TH’ in inglese?

schwa
Il suono indistinto [ə]  è tra i più diffusi nella lingua inglese ed è chiamato schwa,
Nell’Italia del nord questo suono diventa una [e]  mentre nel sud questo suono è più familiare perché  è presente nei dialetti.Per esempio nel dialetto napoletano.

la h aspirata
Un suono che parte in gola.Hai mai sentito in Toscana pronunciare ‘hasa’ per dire casa?La ‘h’ in inglese è’ simile a quel suono.Anche in spagnolo c’è questo suono.
La differenza è fondamentale.Cambia tutto il significato come,per esempio,nelle parole
angry- hungry
ate –hate
air-hair

Quando si deve pronunciare?
 Se davanti alla parola puoi mettere l’articolo ‘a’ allora aspira la H.Se l’articolo è ‘an’ la H
non si pronuncia
an hour  la H rimane muta
a hotel la H si pronuncia

un trucco
i problemi


PUO’  INTERESSARTI

LE 3 PRONUNCE : nomi plurali
Come si pronuncia la finale -ED?
Come si pronuncia you’re; we’re…. she’ll, we’ll
La pronuncia è un osso duro? ecco un trucco

 

 segui la mia bacheca ENGLISH 4 CAREER & BIZ

 

SERVIZI PERSONALIZZATI+ESPERIENZA =
 R
ISULTATI GARANTITI
richiedi la brochure  a
professional@counselingsolutions.it

 

Imparare l’inglese:quanto contano le emozioni?

Postato il Aggiornato il

English ,learning and emotions

Imparare l’inglese è per molti una percorso più accidentato da delusioni  che fonti di soddisfazione.
‘Non riesco a impararlo’ ‘ho studiato inglese per anni ma fatico a parlarlo e a capire’
L’esperienza scolastica  porta con sé il ricordo di interrogazioni e compiti in classe col segno negativo.Cosa è rimasto di anni passati sui libri? Poco
Imparare non è solo un impegno mentale che coinvolge la parte razionale il nostro cervello ma anche un impegno emotivo.Le emozioni sono un fattore chiave.Esse influenzano il nostro modo di imparare:possono motivare o impedire la nostra capacità di imparare con successo.

Come ci ‘sentiamo’ influenza i nostri pensieri.Se siamo sicuri,abbiamo fiducia nelle nostre capacità,entusiasmo e siamo interessati impariamo con più facilità.

Se,al contrario,abbiamo dubbi,paura di sbagliare,imbarazzo di fare una figuraccia,di sembrare ridicoli o abbiamo l’ansia del perfezionista ecco che il nostro impegno e la nostra concentrazioni si indeboliscono.

A metà  degli anni 80 ho partecipato,come docente di lingua inglese e formatore. ad alcuni incontri sul metodo di Lozanov chiamato Suggestopedia.
Lozanov fu uno dei primi che parlò già alla fine degli anni 70 di di barriere emotive come la scarsa autostima e autoefficacia,le influenze degli adulti(non sei portato per le lingue,studiare è fatica…) che bloccano l’apprendimento e indeboliscono la capacità di memorizzare.
Tutti noi ricordiamo situazioni eventi (e informazioni) che ci hanno entusiasmato,hanno catturato il nostro interesse e dimentichiamo facilmente quelli che ci hanno annoiato,entusiasmato poco.

se vuoi imparare ti serve l’intelligenza emotiva
Le emozioni motivano,influenzano la memoria,le nostre aspettative (successo/fallimento) i pensieri e i nostri comportamenti.Imparare a gestire le nostre emozioni fa parte della intelligenza emotiva un must per ottenere risultati soddisfacenti e raggiungere i nostri obiettivi

 attenzione
Se hai appena iniziato con entusiasmo a imparare l’inglese è irrealistico pensare di poter capire tutte le frasi di una conversazione o una canzone o leggere e capire a fondo un articolo sul Times.
Quando vuoi imparare qualcosa di nuovo è importante che il tuo obiettivo non sia né troppo facile né troppo arduo da raggiungere altrimenti l’energia che  supporta la tua motivazione e il tuo entusiasmo avrà il respiro corto.
Le emozioni sono come il ginseng.Ti energizza ma se ne assumi troppo la concentrazione si indebolisce e troppa energia rischia di farti strafare,di girare a vuoto e combinare poco.Il risultato è che perdi entusiasmo come acqua da un colabrodo.
Occorre una sfida che sia alla tua portata,che mantenga costante quella curiosità e quell’interesse sull’argomento.
La motivazione lavora in tandem con l’attenzione.
Se ti interessa o ti appassiona un argomento ecco che la tua concentrazione si focalizza come un riflettore su quel punto mettendo in secondo piano tutto il resto che ti circonda.Se l’argomento inizia ad essere noioso,troppo complicato o poco divertente ecco che inizi a spazientirti,ad irritarti e dopo poco lasci perdere

domanda
perché stai Imparando o vuoi imparare l’inglese?

Emozioni e Memoria
Quando vivi una esperienza positiva,riesci a portare a termine un compito o fai qualcosa che ti ‘prende’ ti senti pieno di energia,viaggi in quinta marcia.E’ una iniezione,un booster per la tua autostima e la fiducia nelle tue capacità.
Le emozioni positive che provi quando vivi una esperienza  possono aiutarti a memorizzare e ricordare.

Come memorizzare le parole
Molte persone hanno una idea abbastanza rigida  su qual è il modo migliore per imparare.
Ognuno sviluppa un proprio modo di imparare.
Per ricordare in modo efficace le parole,ampliare rapidamente il vocabolario è importante tener sempre tener presente il tuo stile personale

L’apprendimento di una lingua va molto al di là di una sfida intellettuale e cognitiva. È un mezzo per crescere e maturare attraverso l’esperienza di altre culture. Allarga i nostri orizzonti e approfondisce la nostra personalità. Ci permette un diverso approccio ai problemi perché abbiamo sperimentato mondi diversi; ci permette, come dice Proust, di vedere con occhi nuovi.Veronica Lacey