Mese: maggio 2015

CV:il curricolo meglio in Word o in PDF?

Postato il

Molte persone che devono spedire il loro curricolo hanno il dilemma su quale formato è più efficace per presentare il loro profilo.

Ci sono diversi criteri e opinioni.

il criterio compatibilità
Nel formato word ci sono due opzioni: doc o docx
Il formato docx è la versione aggiornata del formato doc. Office 2003 e consente file più leggeri.
Spesso  le aziende non hanno la versione aggiornata di Microsoft Office (Word 2007 o seguenti). per aprire un documento docx.
Si può convertire il formato da docx a doc. ma chi seleziona non si prende certo il tempo per farlo,con tanti CV da esaminare, proprio per il tuo CV quindi il rischio è che il tuo CV voli rapidamente nel cestino senza neanche essere aperto.
Morale:scrivi e nvia il tuo CV in doc.

Meglio il formato PDF per 2 ragioni
1 è un formato standard .L’Acrobat reader è un software gratuito presente in ogni computer e in ogni azienda
2 non si può modificare quindi la formattazione rimane tale e quale,il font e il carattere che usi lo stesso
quale carattere?

la sicurezza dei tuoi dati
Col formato PDF ci sono pro e contro.
1 è immodificabile quindi nessuno può aggiungere o togliere nulla.
2 Se invii il tuo CV a una società interinale o di recruitement questa invia a una azienda che richiede persone per una posizione i CV schermando i dati personali e spesso accorciando la lunghezza per amor di sintesi.
Quando fanno la ricerca nelle loro banche dati per una specifica posizione queste società
immettono delle parole chiave per trovare rapidamente i potenziali CV che potrebbero interessare all’azienda che ricerca specifiche competenze.
La ricerca è possibile se nelle banche dati i CV sono in Word.Il rischio,se il tuo CV è in PDF,è di venire ignorato dalla ricerca anche se potresti essere proprio la persona giusta.

il peso del file
il formato PDF risulta più leggero da inviare e scaricare.Questo può essere un vantaggio se ti viene richiesta la foto inserita nel curricolo.Non confondere la “lunghezza” del CV con il suo “peso”.Se il peso del CV è troppo grande
1 il sistema potrebbe respingerlo
2 potrebbe creare problemi di tempo sia per scaricarlo che per aprirlo  
3 occuperà più spazio in archivio
Il prodotto di tutto ciò è il fastidio che crea e questo non va a tuo vantaggio

Un CV di 2 pagine in Word dovrebbe pesare non più di 80kb con la foto ( massimo 30kb senza).Altra storia se il CV è il solito formato europeo.In questo caso il peso massimo dovrebbe andare da 110kb a un massimo di 160kb

In pratica
1scegli ogni volta se inviare uno o l’altro formato e,nel dubbio, inviali entrambi

2 se devi inserire la tua foto ne tuo CV in Word riducila prima di peso con un software per immagini ( picture manager o paint) e poi inseriscila sulla pagina

3 verifica la dimensione del CV:
1 tasto destro del mouse sull’icona del file CV
2 scegli “proprietà” e verifica la voce “dimensione” 

4 per ridurre il peso di un PDF cioè comprimerlo ecco 2 link
online gratis  un altro sito

Annunci

Guardare al futuro:qual è la tua mission?come scoprirla

Postato il Aggiornato il

L’obiezione che spesso sento è: ma io non ho una azienda o una attività.A cosa mi serve questa mission?Ti faccio un esempio.
Affronteresti un viaggio per una nuova destinazione senza una cartina o un navigatore?Immagino che non vorresti rischiare di perderti o fermarti a chiedere lumi a ogni svolta.
Per viaggiare hai bisogno di uno strumento che ti aiuti.
Allarghiamo il campo .In ogni condominio,a scuola,al lavoro ci sono regolamenti da rispettare.
Anche il nostro Paese ha un ‘regolamento’,la Costituzione,che tutti i cittadini sono tenuti rispettare (anche se spesso non si vedono buoni esempi proprio da quelli che servono il Paese).

La mission è la tua Costituzione personale.E’ lo scopo,il cosa vuoi fare per te stesso e che contributo vuoi dare al mondo.Ti aiuta nei momenti di cambiamento,nelle tue decisioni.Ti aiuta a mantenere il focus e la direzione
cosa faccio?come lo faccio? per chi lo faccio?Quali sono i vantaggi?Cosa mi rende unico,diverso?

la mission è
♦dinamica,si modifica,si sviluppa nel tempo
♦fatta per ispirare,motivare
♦un insieme di affermazioni sintetiche,realistiche,facili da ricordare
♦in linea con i tuoi valori

Se hai chiara la tua mission non puoi perderti sia nel privato che in campo professionale.
quali vantaggi può darti avere una mission per quanto riguarda la tua carriera,la tua professione?
chiarezza circa le tue potenzialità,le risorse da mettere in campo per promuoverti,per scegliere una professione in linea con i tuoi valori,per evitare di sprecare energie,competenze e accumulare frustrazione e  insoddisfazione.

Forse stai obiettando ‘Vittoria con la crisi che c’è,con il lavoro che manca mi parli di mission? Facciamo un esempio.Se devi andare da casa tua alla casa di un tuo amico o amica non ti serve una mappa.Se devi decidere se comperare qualcosa o rinviare non ti serve avere una Costituzione.

Ma se ti servono delle linee guida,principi  sui quali basarti per le grandi decisioni che potrebbero cambiare la tua vita,il tuo lavoro,i tuoi rapporti con gli altri allora avere una mission è quel che fa la differenza fra andare a caso, affidarsi al destino,far decidere agli altri e avere la vita nelle tue mani per cambiare e migliorare.


La mission è un investimento
per proteggere i tuoi asset:competenze,esperienza,conoscenze.Un aiuto concreto che ti mette al riparo dal fare scelte delle quali più tardi potresti pentirti

In campo professionale
conoscere la tua mission ti serve per gestire il tuo ‘portafoglio titoli’,per pianificare e investirli in modo efficace per farli rendere in maniera ottimale tenendo come punto di riferimento i tuoi valori, le tue competenze, i tuoi interessi e il tuo stile personale.

In pratica
primo passo. l’inventario
come potresti definire i punti di forza del tuo carattere?
IL tuo carattere definisce chi sei,influenza il tuo modo di vedere il mondo,cosa per te è importante..ma non è tutto.Il tuo carattere determina le tue priorità,i tuoi comportamenti,il tuo modo di decidere

Quali  doti personali vorresti mettere in evidenza?
come potresti usare e dimostrare queste qualità in campo profesionale e/o nel tuo ambiente di lavoro?
Non dimenticare che alla base le fondamenta ci sono sempre i tuoi valori.

secondo passo : i tuoi ruoli
quali ruoli hai in società?
esempio:genitore,manager,docente,studente,

terzo passo: i tuoi verbi chiave
cosa vuoi fare nella tua comunità? nel tuo Paese? nel mondo?
esempio:partecipare,persuadere,aiutare,ispirare,guidare….

quarto passo: le tue priorità
le priorità sono come la spina dorsale della tua mission.Su cosa vuoi dirigere la tua energia,il tuo impegno,il tuo tempo?

costruire la tua mission
per scoprirla e farla funzionare è necessario
♦prenderti del tempo,riflettere
♦raccogliere il puzzle di valori,idee,pensieri,desideri,emozioni.

♦sminare il campo in primis da 2 killer pericolosi:

1 le credenze limitanti(spesso non abbiamo un quadro chiaro di questi limiti killer).Le credenze limitanti non sono altro che
idee distorte che ci siamo fatti generalizzando le nostre esperienze passate facendole diventare delle verità
esempio: non sono abbastanza…. non posso fare xxx fino a quando….
opinioni delle quali siamo abbastanza certi, ma che posso essere neutralizzate
convinzioni nelle quali ci barrichiamo e che portano a determinati comportamenti
-ho paura di…perché credo che…..
-di cosa hai più paura?  del giudizio di …. di essere criticato da….. di sbagliare
-cosa ti ripeti spesso di negativo riguardo a te stesso ? 
-cosa credi di non essere in grado di fare?

2 i pensieri negativi che ostacolano il tuo percorso e ti remano contro indebolendo la tua autostima e la fiducia in te stesso.
Sono necessarie 24 ore al tuo sistema- corpo per metabolizzare 5 minuti di negatività con le quali riempi la tua mente.
LA MEDIATECA
Poi…c’è la mediateca che ti porti appresso perché ciascuno di noi, sfortunatamente e’ stato pre-programmato e condizionato a pensare in negativo per la maggioranza del tempo da genitori ,parenti,insegnanti: (non sei bravo a… abbastanza intelligente..

In media a 18 anni abbiamo gia’ ricevuto 148.000 messaggi di questo tipo contro i 4000 positivi (puoi farcela….hai talento…..,sei intelligente,carina…).
Questa mediateca ha via via costruito delle distorsioni :
– paura di rischiare,di cambiare,del fallimento
– scarsa fiducia nelle tue capacita’
– paura di essere giudicati

Secondo uno studio il 65% dei sintomi psicofisIci e’ dato dallo stress causato da questo chiacchiericcio negativo che si svolge dentro di noi.

Ti interessa avere questo strumento potente per navigare verso il futuro?
Counseling solutions ti offre una consulenza efficace per la tua ‘navigazione’

per info scrivimi a info@vittorianervicounselor.it

 

 

Donne-lavoro:come usare la tua ‘voce’ per fare la differenza

Postato il

voce delle donne,donne e lavoro,assertività,donne e carriera,

Il tono di voce che usi ogni giorno(volume e emozioni che comunichi) al telefono,durante un colloquio di lavoro,in ufficio o a una riunione influisce per circa il 40% sulla impressione e sul giudizio che gli altri si fanno o hanno di te

Nel gioco della prima impressione la voce ha un certo peso specie per le donne.
Sei giudicata in campo professionale anche per come suona la tua voce: determinata o incerta,timida o assertiva.
Le donne culturalmente hanno sempre problemi a fare domande ,a dire come la pensano e a usare la loro voce per farsi valere,proporre,difendersi…

le differenze
le donne dal punto di vista vocale hanno lo svantaggio di avere corde vocali meno ampie
degli uomini

DA WIKIPEDIA
La lunghezza delle corde vocali è anatomicamente prestabilita, circa 2-3 cm. Nell’uomo esse sono più lunghe del 30% rispetto a quelle della donna e ne risulta una maggiore profondità della voce maschile, mentre le corde vocali femminili sono più sottili e ne consegue una voce più acuta

La differenza fa parte della natura e in sé non sarebbe un problema se questa differenza non fosse diventata nel tempo un’arma per ‘programmarci’ a stare zitte.
Per farsi sentire non occorre fare la gara (perdente) a chi alza di più il volume della voce.

Una donna che urla viene giudicata isterica o compatita perché forse ha il ciclo o è si avvicina alla menopausa.Paradossalmente più urla e più ‘perde la sua voce’

Occorre mettere in campo altri punti di forza per fare della voce la propria alleata.
La voce è la tua immagine quindi come decidi di investire nel tuo look per dare una buona impressione puoi decideredi migliorare la qualità della tua voce.

Le donne mettono nella loro voce le emozioni

Le donne nella loro professione,in politica,fra le mura di casa sono spesso criticate perché sono troppo emotive nelle loro reazioni.L’espressione delle proprie emozioni invece di arricchire la comunicazione diventa una debolezza da nascondere,un boomerang che si rivolge contro le donne penalizzandole.

Inutile seppellire le differenze e sforzarsi di nascondere delusioni,rabbia perché la voce rispecchierà,che lo vogliamo o meno,come ci sentiamo dentro.
Le emozioni che influiscono sulla voce (tono,volume) sono:frustrazione,gioia,tristezza,delusione,rabbia,paura,dubbio…
Hai mai notato che quando provi certe emozioni ti viene voglia più spesso di schiarirti la voce o ti si secca la gola e la tua voce diventa roca ?
Molto spesso quando siamo nervosi la nostra voce si alza di tono.’ (questo dipende dal cambiamento di posizione della laringe)

Cosa fare?

imparare a gestire la propria voce invece di lasciare che sia lei a tenere il timone del comando
Molte donne dicono:questa è la voce che ho..cosa posso farci?
La voce si può migliorare con gli esercizi giusti proprio come faresti per le tue gambe e le tue braccia andando in palestra o esercitandoti per imparare a suonare uno strumento,imparare le tecniche per leggere più rapidamente o avere una memoria super.

Le tecniche per usare al meglio la propria voce vengono chiamate vocal skill e come ogni tecnica può essere imparata.
Faresti una maratona senza prima allenarti?

Ti lanceresti in una competiton a Masterchef senza sapere niente di cucina?Certo che no…quindi perché non conoscere i segreti della tua voce e allenarla per dare il meglio di te in ogni situazione,farti valere,farti rispettare?
Ti piace la tua voce?
Se non sei soddisfatta di come’suona’ come puoi aspettarti che gli altri ti ascoltino e ti prendano sul serio?
La voce riflette come tu ti giudichi,il tuo livello di autostima e di fiducia in te stessa.
Le donne spesso si lamentano,in campo professionale, di non essere ascoltate o che le loro proposte sono spesso liquidate.Una parte del problema è la loro voce troppo bassa o dolce,troppo monotona o incerta
prova a chiedere a qualcuno che ti conosce un parere sulla tua voce 

primo passo
l’analisi della voce
il primo passo per amare,rispettare la propria voce e trarre vantaggio da essa è conoscerla e sgomberare il campo da tutte le credenze limitanti che si sono accumulate nel tempo

qual è la tua voce naturale?
come usi i 3 articolatori:labbra,lingua e denti?
come lavora il tuo respiro e la tua voce?

secondo passo
impara a usare il tipo giusto di voce in ogni situazione.
La voce ha diverse personalità
leggi i colori della voce

la voce della simpatia
la voce della fiducia
la  voce della autorevolezza
la voce dell’entusiasmo e della passione

il metodo fourvoicecolors
 

 

 

 

 

 

2 proposte da prendere al volo
in promozione fino al 30 giugno 2015

proposta 1: per promuovere la tua professionalità
pacchetto self marketing

proposta 2: per valorizzare le tue potenzialità e affermarti come professionista e donna
percorso assertività per per farti valere al lavoro..e non solo

per info professional@counselingsolutions.it