creatività

Attiva il tuo SAR mentale per raggiungere l’obiettivo

Postato il Aggiornato il

independent-thinking-steps

Quando stai cercando nuove idee per il tuo lavoro,per fare qualcosa in modo diverso o vincere una sfida ti lambicchi il cervello sperando che la famosa lampadina Eureka si accenda per miracolo.Spesso invece,senza accorgertene,esplori terre già conosciute,segui sempre lo stesso percorso mentale e il risultato è che giri in tondo.
Ti viene il dubbio di non essere creativo,che questo talento è solo di artisti e& company
In genere la gente pensa che questo talento sia appannaggio di pochi eletti ma non occorre essere Leonardo o Picasso o Mozart per far fruttare questo talento.

Chi ha parlato per primo della creatività?
Il primo guru degno di nota è stato il grande maestro Eraclito più di 2500 anni fa
Eraclito sosteneva che per trovare la creatività occorre cercare dentro se stessi.
Ottimo suggerimento! ma cercare dove?

Mister ordinatore: far ordine nel caos
Giorno e notte (nei sogni) la tua mente,come uno schermo cinematografico, proietta migliaia di input visivi..una sequenza di immagini.
Le immagini durante la giornata  scorrono e spesso non abbiamo il tempo di seguirle per vedere dove ci portano quindi finirebbero ammucchiate alla rinfusa se non ci fosse qualcosa che le ordina in una specie di cloud virtuale.
Il proprietario che ha la chiave d’accesso è il tuo SAR(Sistema di Attivazione Reticolare)
IL SAR è il tuo GPS che ti guida sul percorso giusto,al traguardo del  tuo obiettivo.

Ti è mai capitato quando vuoi qualcosa di vederla dappertutto, di sentirne parlare spesso o di leggere per puro caso sull’argomento?

un esercizio per attivare il radar del tuo SAR
Prendi un minuto di tempo.
Conta tutti gli oggetti blu che vedi intorno a te in questo momento.
Fatto? Quanti oggetti blu hai visto?
Ora chiudi gli occhi e prova a ricordare tutti gli oggetti che hai visto.
Prova,tenendo gli occhi chiusi ,a visualizzare altri oggetti che c’erano intorno.
Non è così facile,vero? Cosa è successo?Il tuo cervello ha escluso di memorizzare il resto .Perché?Il cervello ad un tuo ordine ha attivato il radar .Il tuo SAR ha esaminato le informazioni in entrata e a permesso solo ad un input (oggetti blu) di entrare,di essere nel mirino del tuo focus.

Attivare il tuo SAR ti permette di:
•concentrarti mentalmente su ciò che vuoi ottenere
•attirare le informazioni che ti servono per raggiungere qualsiasi obiettivo realistico

Attenzione a quello che pensi
Se dentro di te continui ad avere pensieri negativi ‘non riuscirò mai a….’ il tuo SAR ti accontenterà

Come usare il SAR per il tuo lavoro
per usare il SAR a tuo favore e accendere facilmente la lampadina delle idee devi stimolare la mente. Le idee arrivano come un flash.Se hai attivato il tuo SAR quando meno te lo aspetti, ecco l’idea,la soluzione… che cercavi magari quando stai facendo tutt’altro!

il SAR ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi
Se visualizzi l’obiettivo o qualcosa che vuoi ottenere il tuo SAR invierà al subconscio il messaggio come istruzione: attivati per raggiungerlo.Ecco,allora, che il radar attivo del SAR
cattura ogni informazione, la elaborarla e ti aiuta a fare i passi necessari,a trovare le maniere più efficaci  per arrivare al traguardo.

Per raggiungere un obiettivo devi imparare a descriverlo in modo completo
come raggiungere il tuo obiettivo
sai misurare il tuo obiettivo ?

caccia la tesoro
Uno dei tesori nascosti che hai dentro di te è la tua immaginazione.Spesso questa capacità è un po’ la cenerentola delle capacità.
L’immaginazione ti aiuta ad andare oltre gli ostacoli,le insicurezza,la paura di non essere all’altezza,le insicurezze…

Per sfruttare l’immaginazione e gestire la sua immensa potenzialità occorre dare spazio alle immagini,lasciar loro il tempo di lievitare,di svilupparsi.
Einstein cominciò a dar forma alla teoria della relatività da una immagine che gli era apparsa in mente: cavalcare un raggio di luce davanti a uno specchio. Come si sarebbe comportata la luce correndo alla sua stessa velocità? 
leggi dentro il cervello di Einstein

PER COMINCIARE
Trova un momento tranquillo per prenderti cura delle immagini che la tua mente ti invia
se è difficile guardare con gli occhi della mente

1guarda una foto o una immagine per 2/3 minuti poi anche meno e fissa i dettagli,icolori,le forme…poi chiudi gli occhi e riproducila su un immaginario telo bianco

2 quando guardi una serie di immagini concentrati su una e esercitati con il fermo immagine come se avessi in mano un telecomando che ti consente di fissare quel fotogramma

3 esercita la memoria fotografica
impara a descrivere una immagine: mettila con pazienza a fuoco e arricchiscila di dettagli .
Ecco un breve vademecum per aiutarti:
•nota i colori delle varie parti 8 colori a dx,sx,al centro,in altoe in basso…)
•aumenta laluminosità,nitidezza
•punti cardinali:cosa c’è sullo sfondo? In primo piano? a destra e asinistra? in alto e in basso?
c’è una cornice?
•l’immagine è fissa o ci sono delle cose/persone in movimento?

4 gioca con le tue immagini
modifica uno o più dettagli fra quelli indicati sopra per creare nuove immagini che ti daranno la giusta ispirazione e ti aiuteranno a esercitare la tua intuizione creativa
guarda alla tua immagine da diversi punti di vista

5 dedica del tempo
Non aspettare che.magicamente,la soluzione una idea nuova ti piova dal cielo.
Dedica qualche minuto ogni giorno a ‘immaginare il film’ del tuo obiettivo:rappresenta mentalmente il momento in cui avrai raggiunto il traguardo.
Usa la fantasia dei dettagli.
La tua mente riceverà ogni giorno gli input necessari,la benzina per lavorare e il tuo SAR,come un radar,cercherà e elaborerà le informazioni, che potranno esserti utili per quello scopo ,come un sofisticato software 24 ore su 24

Annunci

strategie anticrisi:6 modi ok per sfruttare meglio le opportunità

Postato il Aggiornato il

Nel nuovo mercato del lavoro le 3 parole chiave sono cambiamento, conoscenza e tecnologia.
Come affermava   Burroughs ‘‘La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili’.
Per stare al passo con i rapidi cambiamenti è vitale fare spesso il check up dei proprio bagaglio professionale  per  promuovere e usare al meglio il proprio know how, senza dimenticare di espandere le conoscenze e la rete di contatti 

i 4 pilastri
Brian Tracy nel libro ‘Focal point’ illustra i 4 modi per migliorare la qualità della propria vita professionale e personale

1. fare di più quelle cose che hanno valore per te e che ti danno soddisfazione e riconoscimenti

2. ridurre tutte quelle attività o abitudini che non ti aiutano a raggiungere I tuoi obiettivi 

3. iniziare a fare qualcosa di nuovo,imparare,scegliere quelle attività che possono aiutarti a cambiare focus in campo professionale o personale   

4. smettere  comportamenti  che non sono più funzionali  al tuo percorso,alla meta che vuoi raggiungere

6 modi per cogliere e sviluppare le opportunità :il concetto di leverage
Brian Tracy  illustra e analizza il concetto di leverage cioè l’abilità di fare di più,trarre il meglio dal proprio bagaglio professionale e personale ,usare gli strumenti ad hoc per ottenere risultati ma con il minimo sforzo.Ma non solo.Occorre far leva su ciò che gli altri possono offrirti

1. la loro conoscenza
2. la loro energia
3. i  loro successi

4. i loro fallimenti
5. le loro idee
6. la loro rete di contatti

1 la loro conoscenza
far tesoro di ciò che gli altri sanno può fare la differenza risparmiandoti tempo e denaro e aiutandoti a raggiungere più in fretta i tuoi risultati.

Occorre alzare le antenne e tenerle in costante movimento per cogliere i segnali,tenersi aggiornati leggendo libri,riviste,cercando in rete le novità circa i nuovi trend.
Le idee nuotano nel mare magnum dell’inconscio collettivo e la rete è come un ocenao nel quale far buona pesca se hai gli strumenti giusti

2 la loro energia
come fanno certe persone a fare mille cose,a trovare il tempo per dedicarsi alle attività preferite?
Delegano ad altri le attività di routine, quelle noiose a basso impatto dal punto di vista del valore in modo da avere più quality time per sé e per i propri progetti.
Come puoi usare l’energia degli altri per farti aiutare ad essere più efficace e efficiente?

3
. i loro successi
impara dalla esperienza che altri hanno fatto prima di te.Come hanno avuto successo?Come hanno affrontato le sfide,quali ostacoli hanno dovuto superare e come li hanno superati?

Questo è un modo efficace di risparmiare tempo e denaro oltre che evitare possibili delusioni,errori e problemi.

4 . i loro fallimenti
Molti successi sono arrivati dopo aver imparato dai fallimenti.

5 . le loro idee
raccogliere le idee attraverso la lettura di libri,la marea di informazioni che la rete offre,i contatti,il confronto con gli altri e..sperimentare.
Una buona idea è come una miniera che può fruttare soddisfazioni e naturalmente guadagni.

La scoperta di una soluzione consiste nel guardare la stessa cosa come fanno tutti e pensare a qualcosa di diverso

COSA FA UN/UNA COOLHUNTER
Coolhunter è chi tiene acceso il suo radar  per cogliere per primo quei segnali appena accennati di una possibile tendenza del mercato, nel momento in cui questi iniziano a sbocciare.
Bisogna saper’annusare l’aria’, essere creativi,uscire dagli schemi,immaginare e usare il pensiero laterale non quello logico.

Il radar in azione
Il pensiero laterale si attiva su una diversa lunghezza d’onda (onde theta)mescola,combina,associa,modifica immagini,parole,suoni,informazioni ed esperienze per dar vita a qualcosa di nuovo.

Devi uscire dagli schemi per attivare il tuo genio della lampada.
Il cervello funziona in economia.Una volta imparato uno schema di comportamento lo ripete in automatico.Questo ci evita ogni volta di imparare daccapo tutta la sequenza.
Per esempio:andare in bicicletta,guidare la macchina..
Questo è utile ma gli schemi ripetitivi sono come inserire il pilota automatico.
Il tuo genio non uscirà dalla lampada.Non ama le ripetizioni.Ama tutto ciò che è in movimento, flessibile,imprevedibile.
Se sei eclettico, con una mentalità aperta, pieno di curiosità e sei disposti a spendere il tempo con persone di culture e discipline diverse puoi creare il tuo mix.Un mondo con i confini aperti non sopporta le menti chiuse.Lascia fermentare le tue idee.

Le idee sono la linfa dell’innovazione ma l’immaginazione è il cuore di tutto

L’immaginazione consiste nel chiedersi : perché no?

6 . la loro rete di contatti
Costruisci un networking cioè una rete di persone virtuali e non che potrebbero darti la giusta dritta,farti sapere chi cerca chi,fare il passaparola..

 chi può darmi una mano? 
prova a chiedere aiuto tenendo presente  i cosiddetti 3 cerchi.Prendi un foglio e disegna 3 cerchi

cerchio interno  
metti il nome le persone più vicine che conosci bene e delle quali ti fidi e che possono aiutarti in modo attivo e concreto(famiglia,amici…)
cerchio mediano
metti il nome di persone con le quali hai buoni rapporti di lavoro,che hanno
alcuni interessi e modi di vedere in armonia con il tuo
cerchio esterno
metti il nome di conoscenti,persone che incontri ad eventi e che potrebbero potenzialmente aiutarti

la TEORIA dei 6 gradi di separazione
L’idea dei sei gradi di separazione è nata nel 1967da un esperimento del sociologo Stanley Milgram.Il risultato è che su Internet una persona sconosciuta può essere rintracciata attraverso solo sei passaggi tramite il «passaparola»

Di recente una ricerca condotta dall’Università degli Studi di Milano sul social media Facebook ha ridotto a 4.74. e a 3 passaggi se la persona vive nella stessa nazione
Il modo migliore è aprire un profilo su LinkedIn e connettersi a persone che operano nel tuo campo,iscriverti ai gruppi di interessi affini ai tuoi e partecipare alle discussioni

“Tutti gli uomini e le donne di successo sono dei grandi sognatori. Essi immaginano come potrebbe essere il loro futuro, ideale in ogni aspetto, e poi lavorano ogni giorno in direzione di quella distante visione, quell’obiettivo o proposito.” Brian Tracy

 

I 3 must dell’atteggiamento vincente in campo professionale

Postato il

atteggiamento vincente,resilienza,motivazione,cambiamento career counseling,vittoria nervi

il successo si ottiene sviluppando i propri punti di forza non eliminando i punti criticiM.V. Savant

Credi di avere poche chance di successo perché qualcuno a scuola,in famiglia o nel tuo ambiente di lavoro ti ha detto che non hai la stoffa per fare quella professione  o non hai quello che serve per diventare un esperto di…?
Questa fiducia nei cosiddetti esperti e l’abitudine di prendere per oro colato i giudizi lapidari di eminenti figure porta a false convinzioni circa le proprie capacità e a un atteggiamento mentale passivo del tipo ‘me l’ah detto xx quindi è vero.
C’è una notevole lista di persone che non hanno accettato queste limitazioni imposte e hanno lavorato sulle proprie potenzialità con determinazione e atteggiamento positivo.

Da Proust a Elvs Presley,Einstein,Darwin,Freddy Mercury…. sono solo alcuni esempi di persone che hanno capito che ognuno può fare qualsiasi cosa se c’è la motivazione e la determinazione.

 

Il genio è per l’1% ispirazione e per il 99% traspirazione. Thomas Edison

Hai il tuo bagaglio di competenze tecniche,quello che sai o credi di sapere e saper fare ma questo non basta nel nuovo mercato del lavoro.
Occorre cambiare il tuo modo di vedere,inforcare nuove lenti per navigare con successo senza rischiare di perdersi nei rapidi cambiamenti che la crisi sta portando.
Sempre più ciò che farà la differenza non saranno solo le competenze che potrebbero avere decine di altri come te ma quel quid in più che può distinguerti e questo è un nuovo atteggiamento mentale flessibile che viaggia in sinergia con i cambiamenti,la capacità di adattarti creativamente ai mutamenti senza subirli ma ,al contrario, cercando le migliori  opportunità  per volgerli a tuo vantaggio

I 3  must
Nel loro libro Put Your Mindset to Work’, James Reed  e Paul G. Stoltz indicano i 3 fattori che fanno la differenza  qualitativa in campo professionale fra chi rischia di rimanere al palo,o scaricato come peso morto e chi va avanti

il fattore GLOBALE
Il termine globale non significa essere capaci di una visione internazionale o avere un atteggiamento aperto verso le altre culture ma essere in grado di avere una mente aperta a nuove idee, nuove esperienze,nuove connessioni  e collaborazioni con diverse persone per costruire un potente network
Le due parole chiave sono:connettività e apertura mentale.
Questa è la capacità di vedere la FORESTA. Focalizzarsi solo sul temporaneo, sul qui ed ora può far perdere di vista il processo. Uno scanning più ampio è utile in termini di TIMING.

il fattore INTEGRITA’ GENTILE
riguarda un approccio costruttivo verso  le persone intorno a te ,la comunità in cui vivi e lavori,il tuo Paese e il mondo.L’onestà,la lealtà è esattamente agli antipodi del corrente atteggiamento ‘mors tua vita mea’ di ‘fare le scarpe’ agli altri o adottare un atteggiamento aggressivo,subdolo, arrogante o fare battute fuori luogo….
Occorre imparare a mettere in pratica l’intelligenza emotiva e l’empatia

ASCOLTARE :che orecchie hai?
L’emozione verde-l’altra faccia dell’invidia:la schadenfreude
intelligenza emotiva:Il curricolo per vivere al 100%

il fattore CORAGGIO
Nel nuovo millennio i cambiamenti sono rapidi e le probabilità di dover fare scelte per cambiare rotta in campo professionale sono aumentate e aumenteranno in modo esponenziale.
Il fattore che fa la differenza è proprio quel coraggio che ci permette di risollevarci in un momento no e proseguire con perseveranza senza scoraggiarci o farci bloccare
Come diceva Nietzsche ‘Ciò che non mi uccide, mi rende più forte’
I 3 fattori vincenti sono un potente GPS che può guidarci nella naviagazione.

il fattore globale è il punto di vantaggio,l’integrità gentile è la prima pietra delle tue fondamenta ma occorre il carburante del coraggio per procedere e concretizzare i tuoi progetti,mettere le gambe ai tuoi sogni

Ogni obiettivo è come un sogno con le gambe. É destinato a condurti da qualche parte

Questo terzo fattore è quell’insieme di tenacia, forza d’animo,capacità di rischiare e resilienza che ti permette di continuare il tuo percorso nonostante gli ostacoli o i gufatori

crescere,migliorare,imparare,mantenere il focus sui propri obiettivi,seguire le proprie passioni,essere assertivi

leggi
Guidare l’elefante:le 3 tappe per raggiungere i tuoi obiettivi
i 7 killer della passione
come difendersi dai mangia energia

Non puoi decidere il tuo destino. Ma puoi decidere come affrontarlo

Ecco 3 storie di coraggio
Andrea Devicenzi – Trasformare i sogni in obiettivi
Anna dei miracoli 
Con la testa e con il cuore si va ovunque. La storia della mia nuova vita 

libri
Storie di giovani italiani che ce l’hanno fatta, nonostante tutto

 

 

Accendi la tua creatività con un frullato nuovo

Postato il Aggiornato il

creatività,innovazione,immaginazione, inventarsi un lavoro

Non ci sono idee nuove.Ci sono solo nuovi modi di farle sentire tali
Audre Lorde


creatività vuol dire…..adattare l’originale

La maggior parte delle idee cosiddette originali sono adattamenti creativi di qualcosa che già esisteva.Adattare non vuol dire copiare o plagiare
La PNL si è ispirata a Milton Erickson (ipnoterapia), Virginia Satir (terapia della famiglia) e Fritz Perls (terapia ddella gestalt)
Friz Perls, fondatore della terapia della Gestalt, ha sintetizzato in maniera originale vari concetti di diverse scuole di pscicologia umanistica e si è ispirato al pensiero orientale.
Il Blues è nato dal Gospel.
I neologismi nascono dal mix di parole esistenti che vengono poi usate in un nuovo contesto
La lingua inglese è prolifica specie nel campo del technospeak ,il lessico tecnologico .Ogni giorno vengono coniate parole nuove nella lingua inglese.
Qualsiasi azienda o persona che afferma di avere una idea completamente nuova che non sia ispirata o influenzata da qualcosa che già esiste  è un messia o è un genio con al G maiuscola (e in ogni secolo ne nascono infinitamente pochi) o dice bugie.Hai incontrato uno di questi tipi?


La creatività è un frullato

Il segreto della creatività è un mix, una combinazione di concetti,idee e brillanti connessioni.

Ad esempio : la musicoterapia,l’arte terapia (la terapia con…)
l’aereo (il volo degli uccelli applicato alla meccanica).
Il Rinascimento è l’esempio più lampante di cosa può produrre il network delle idee nelle varie discipline

tips
superare i luoghi comuni e gli stereotipi
associare due o più cose o concetti in modo diverso
imparare dagli errori
rompere le regole

Uno dei sistemi per pescare nel grande oceano è usare la metafora.

Le metafore sono potenti,fanno parte del linguaggio con cui parla una parte del nostro cervello,l’emisfero destro .il creativo,l’emotivo.
Le immagini sono più potenti delle parole e tutti i media,la pubblicità e il marketing fanno leva su questo potere delle immagini.
La metafora cambia il modo di vedere le cose.

Domanda: Le tue convinzioni sono una verità o uno strumento?
La risposta da due modi completamente diversi di vedere le cose,una è statica,l’altra dinamica.
Se una convinzione è uno strumento,un arnese puoi cambiare arnese a secondo di quello che vuoi fare.

Una storiella come esempio
Un visitatore entrò nel cantiere dove nel Medioevo si stava costruendo una cattedrale. Incontrò un tagliapietre e gli chiese: “Che cosa stai facendo?”.

L’altro rispose di malumore: “Non vedi? sto tagliando le pietre”.
Il  visitatore passò oltre e incontrò un secondo tagliapietre; anche a questo chiese che cosa facesse. “Sto guadagnando da vivere per me e la mia famiglia”, rispose l’operaio con tono calmo, mostrando una certa soddisfazione.
L’altro proseguì e, trovando un terzo tagliapietre, gli rivolse la stessa domanda. Questi rispose gioiosamente: “Sto costruendo una cattedrale”.

METAFOROLOGIA

La metafora è paragonare immagini,trasferirle da un significato ad un altro

ESEMPIO
La luna è come una grande pizza
Il piatto piange ( personificazione)
sei di coccio
furbo come una volpe ( similitudine)

riflessione
pensa ai due anni che sono passati come ad un viaggio su una strada.Dove ti ha portato la strada? Dove è iniziato il viaggio? Era una stazione? Un casello di autostrada?una via secondaria?Con che mezzo hai viaggiato? Cosa avevi in valigia?

Dove sei adesso? In una città? In un parcheggio? In un deserto?
Dopo aver  pensato al tutto cambia metafora.I genio della lampada può accendere una nuova intuizione.

L’immaginazione consiste nel chiedersi : perché no?

La mente è come un paracadute …funziona solo se si apre
A.Einstein

Non è necessario essere uno specialista in un campo qualsiasi, anzi, essere uno specialista può essere controproducente.Meglio essere eclettici con una mentalità aperta, pieni di curiosità e disposti a spendere il tempo con persone di culture e discipline diverse.
Che lavoro fai?
Qualsiasi lavoro faccia e qualsiasi interesse abbia puoi creare il tuo mix.
Un mondo con i confini aperti non sopporta le menti chiuse.
Una persona può essere al tempo stesso scrittore e ..consulente, ciclista, cuoca,manager,idraulico…

Per una persona creativa la sintesi è la chiave per affermare la propria creatività unica e originale.
Ti piace cucinare?
Puoi sperimentare,esplorare e rompere le tradizioni ,creare il tuo piatto e sorprendere.Lascia cuocere le tue idee.

Le idee sono la linfa dell’innovazione ma l’immaginazione è il cuore di tutto

La scoperta di una soluzione consiste nel guardare la stessa cosa come fanno tutti e pensare a qualcosa di diverso

Un libro consigliato
F. Johansson Effetto Medici
Innovare all’intersezione tra idee, concetti e culture

Vuoi farti venire una idea?accendi il tuo genio della lampada

Postato il

 

Hai presente la famosa trasmissione ‘Chi vuol essere milionario?’e la celebre frase di Gerry Scotti  ‘La accendiamo?’
Tu hai già la risposta giusta. E’ in qualche file archiviato nella tua memoria non esattamente con l’etichetta esatta .
Questo è il problema.
Come accendere il click giusto ?
Ti accorgi subito quando trovi quello che cercavi .Questo è il tuo  ‘momento aha…’
Nel tuo archivio ci sono migliaia di informazioni in store.
Il tuo cervello riceve circa 400 miliardi di informazioni al secondo, ma solo di 2000 sei  a malapena cosciente.
Quanti anni hai? Quanti secondi hai già vissuto? ‘ beh fai il conto e trova quante informazioni hai.
Ti è mai capitato di cercare una risposta o una soluzione ad un problema e pensarci su per ore o giorni su senza venire a capo di niente?
Poi quando meno te l’aspetti,magari mentre fai la doccia o aspetti il bus…click!….semaforo verde…la riposta bussa alla porta…per caso.
Non è per caso…c’è una ragione.

ACCENDI IL TUO SEMAFORO VERDE.
C’ è un metodo per farsi venire le idee vincenti che possono farti guadagnare ?C’è ma occorre imparalo.Hai imparato ad usare il computer,no?
Hai imparato a usare l’euro,andare in macchina,preparare una torta o riparare qualcosa? Puoi imparare benissimo come ACCENDERE IL TUO SEMAFORO VERDE.
Il cartoonist che ha creato Willie il Coyote diceva una frase chiave.
“per disegnare un coyote devi averlo dentro di te’
Tu non sei un cartoonist? Dici di non avere idee’ ,di non essere creativo?
Non importa cosa fai adesso se sei un elettricista o una impiegata,un notaio o una studentessa…..
Anche tu hai il tuo archivio,anche tu hai il tuo genio nella lampada.
Per strofinare la lampada e far uscire il tuo genio come fai?
Non basta chiamare il tuo genio o dire’ voglio una idea vincente.Non funziona.

 START UP: I 5 PASSI
Incomincia a credere di averlo questo genio e ad esserne convinto al 100%.
Ecco i 5 passi da fare:
visualizza il tuo genio
dagli un nome
disegnalo…
aggiungi più dettagli che puoi
formula la tua domanda  ‘voglio…..‘

Quale è la prima cosa da fare? fare spazio.
La tua mente ha bisogno di circumnavigare.
Perché il cervello è tondo? Per far circolare i pensieri in tutte le direzioni e allargare gli orizzonti.
La tua mente ogni giorno si riempie di pensieri spam,di routine:devo  ricordarmi di..devo pagare la bolletta….devo dire a….
Al tuo genio non interessano questi memo.

Mettiti comodo per 30 minuti e non pensare a niente.Sembra facile…ma non lo è.
Appena ti lasci andare la tua mente fa gli straordinari.Un sacco di pensieri si infilano nella tua testa da tutte le parti,bussano per avere attenzione.
Non tentare di cacciarli fuori a forza.Lasciali scorrere come fossero nuvole nel cielo..vanno e vengono.Ci vuole pazienza.
Ripeti ogni giorno questo esercizio e la tua mente a poco a poco inizierà ad ubbidirti.Per quietare la mente razionale devi essere  determinato.
Pazienza,costanza e determinazione.
Il cervello è progettato per essere non creativo,lavora per schemi fissi.

leggi
creatività al lavoro 

il segreto di Steve Jobs

la strategia Disney

Inventarsi un lavoro:le 3 STRATEGIE in pratica

Postato il


Il miglior modo per prevedere il futuro, è crearlo!

Francis Ford Coppola 

Nell’articolo precedente ho accennato alle 3 strategie per creare nuovi tipi di lavoro suggerite dal report Jobs of the future.
Le 3 strategie sono in ordine di innovazione dalla più facile a quella che richiede più creatività
1. Retrofitting
2. Blending
3. Problem solving

1. Retrofitting-AMMODERNARE
aggiungere nuove competenze a un lavoro già esistente
E’ la strategia più facile da mettere in pratica
Pensa un attimo al lavoro che stai facendo o che hai fatto.Che altre mansioni si potrebbero aggiungere?

In pratica
♦La tecnologia,il web,internet come può aiutarti o entrare in sinergia?
♦Che competenze potrebbero essere utili per riposizionarti nel mercato del lavoro?
♦Quali nuove competenze,conoscenze puoi imparare e aggiungere al tuo bagaglio?

I trend del mercato
Conosci come si sta muovendo Il mercato(i trend) per quanto riguarda il tuo profilo professionale?Non farti cogliere impreparato.Informati,monitora la situazione,chiedi e raccogli informazioni.

E gli altri…
Altri che lavorano  in lavori simili cosa fanno?
il progetto di http://www.workers
fai una ricerca sulle opportunità date dal telelavoro

2. Blending -combinare
Combinare funzioni e capacità di diversi tipi di lavoro o aree professionali per creare nuovi profili professionali
Questa strategia è più difficile da applicare e richiede intuizione,creatività,ricerca di informazioni e spirito di innovazione (il chiedersi:perché no?) per costruire nuove connessioni fra aree di attività

La mente è come un paracadute…funziona solo se si apre
A.Einstein

La creatività è un frullato
Il segreto della creatività è un mix di stili, una combinazione di concetti,idee e brillanti connessioni

Ad esempio:
la musicoterapia un mix fra musica e modi di cura
l’aereo il volo degli uccelli applicato alla meccanica

Il Rinascimento è stato l’esempio più lampante di cosa può produrre il network delle idee nelle varie discipline.


Non è necessario essere uno specialista in un campo qualsiasi, anzi, essere uno specialista può essere controproducente. Meglio essere eclettici con una mentalità aperta, pieni di curiosità e disposti a spendere il tempo con persone di culture e discipline diverse.

Leggi nel mio blog dedicato a come scrivere un ebook
farsi venire l’ispirazione
le sei finestre  qui e qui

3. Problem solving
Identificare quali problemi chiave la gente deve risolvere e inventare un lavoro,proporre un servizio che fornisca la soluzione,faccia risparmiare tempo,energia….

Spendi del tempo per trovare nuove soluzioni.
Pensa ad una categoria di persone ad esempio studenti,mamme,chi cerca lavoro,chi non vuole invecchiare,chi vuole mantenersi sano,chi vuole comprare un bene particolare,chi deve prendersi cura degli gli anziani.
Trovare una idea nuova non è facile.
♦Cosa vuole la gente in riferimento a un determinato problema?
♦Quali sono le loro fonti di frustrazione?
♦Che aiuto vorrebbero avere?
Una volta che hai messo a fuoco un set di problemi l’obiettivo è cercare una soluzione da proporre e trasformarla in un lavoro

Spesso la soluzione in un campo si può trovare in un altro settore che apparentmente non ha un legame diretto.
L’obiettivo di questa strategia è creare un lavoro,inventane uno nuovo e spesso
questo si presta a lavorare in proprio o lanciare uno start up che richiede un impegno personale,spirito imprenditoriale e una somma x da poter investire da solo o con altri.
Nonostante il progresso e la tecnologia la gente ha gli stessi bisogni e desideri.

 

LA PIRAMIDE DEI BISOGNI
Maslow psicologo americano fondatore della Psicologia Umanistica, per primo ha descritto la gerarchia dei 5 bisogni umani.

I 5 bisogni sono tra loro in rapporto gerarchico di importanza.

Alla base il bisogno di sopravvivenza. Soddisfatto questo insorgono via via altri bisogni di ordine superiore
Dopo il bisogno di sopravvivenza dobbiamo soddisfare il bisogno di  sicurezza (protezione,tranquillità ,sicurezza della sopravvivenza, del posto di lavoro, della casa, salute..)
Soddisfatto questo bisogno nasce  quello di appartenenza (sentirsi parte di un gruppo, essere amato e di amare,avere amicizie,essere accettati da..)  
Ed ecco a questo punto affacciarsi il bisogno di essere stimato,apprezzato,approvato,di avere un’immagine positiva di sé stessi ed in generale di apprezzarsi e di essere apprezzati dagli altri.Questo è il campo dei complimenti e delle gratificazioni.
In cima alla piramide dei bisogni quello di autorealizzazione cioè realizzare la propria identità (self actualization) e le aspettative,esprimere la propria creatività,occupare una posizione soddisfacente nel proprio gruppo.

Leggi
Unire i puntini
A caccia della mucca viola

UN BLOG INTERESSANTE
inventa lavoro

DA LEGGERE
Longo Manuela-Grenn jobs-Hoepli
Emilio Lu – Mi invento un lavoro- Morellini
Giampaolo Colletti – Www.workers. Nuovi lavori in rete- Il sole 24 ore
F.Johansson – ‘Effetto Medici’ (una presentazione su slideshare)

 

Trovare lavoro:il segreto è puntare sulle tue soft skill

Postato il

Flessibilità è la parola chiave del nuovo mercato del lavoro.Si può essere più o meno d’accordo ma occorre prenderne atto e capire come muoversi.
Fare una previsione sul tipo di competenze più richieste nei prossimi anni non è facile e neanche le aziende si azzardano a farne di attendibili.
Quello che probabilmente conterà non saranno tanto le competenze specifiche e prettamente tecniche,le specializzazioni ma un atteggiamento innovativo,creativo per gestire il proprio percorso professionale misurando le proprie competenze con la domanda del mercato.

Passare da una mentalità da dipendente (lavoro per sistemarsi) a una proattiva
(come posso promuovere e far fruttare le mie competenze?). Diventare imprenditori di se stessi  e non solo “lavoratori dipendenti”. 

I giovani italiani,secondo alcuni sondaggi,non sembrano propensi a fare impresa e a accettare i vari rischi.
La scuola deve mettersi al passo coi tempi e inserire nei percorsi formativi fin dalla scuola elementare lo sviluppo della creatività,del pensiero critico;il gusto di imparare,
ricercare,approfondire,la capacità di valutare e decidere e di accettare le sfide

qualsiasi lavoro basta che sia sicuro
Irene Tinagli sulla Stampa cita uno sondaggio più recenti sull’orientamento degli under 35:

Leggi il seguito di questo post »