self marketing

12 attrezzi per creare il tuo personal brand (2)

Postato il Aggiornato il

BRAND.personal brand,vittoria nervi career counseling,marketing personale,comunicazione

Nella prima parte ho elencato i primi 6 attrezzi,quelli che possono aiutarti a costruire il frame e le fondamenta del tuo marchio personale.Ecco ora quelli più specifici che completano la tua big picture

6 i tuoi punti di forza
sono il tuo capitale da investire.In inglese si chiamano asset le risorse che un’azienda o una persona possiedono.Ma cosa s’intende per risorse?

7 le tue doti personali
fanno parte della personalità.E’ la ‘faccia’ che ognuno mostra al mondo.Chiedi ad alcune persone che conosci,amici,colleghi di descriverti con 3 aggettivi
sei un altruista?ti adatti facilmente a un cambiamento? sei una persona curiosa che ama imparare,approfondire?sei perseverante e non molli fin a quando non raggiungi l’obiettivo?
tendi a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno?

8 le tue competenze
Nel mercato del lavoro attuale si presume che le competenze tecniche basic siano già presenti quindi ciò che fa la differenza sono le soft skill (competenze non tecniche ma essenziali). Queste soft skill diventano una marcia in più perché in un momento di crisi, la scelta delle persone da assumere è ancora più critica.

La società del 3° millennio?una learning society( società della conoscenza)dove la formazione sarà permanente.Nell’area Europa il 75% dell’occupazione  si concentrerà nel settore terziario e saranno richiesti profili professionali con  una alta intensità di conoscenza e competenze tecniche,lavoro che richiederanno  nuove competenze e continua formazione anche nei ruoli più elementari.

Le conoscenze divengono vecchie rapidamente, le competenze devono essere anch’esse costantemente aggiornate, molte attività professionali sono in cambiamento come anche molti mercati e un numero innumerevole di prodotti e servizi stanno vivendo una fase di profonda innovazione soprattutto grazie alle moderne tecnologie.Occorre fare regolarmente un tagliando proprio come si fa con la propria auto per mantenerla al top della performance.Non investire  nella propria istruzione e formazione anche dopo l’istruzione che fornisce il percorso scolastico  ha un costo  molto alto a livello individuale

10 le tue esperienze professionali
FaI un check up approfondito di cosa hai nella tua ‘borsa professionale’.Per essere credibile e venderti al meglio il basic è conoscere tutti gli attrezzi che hai a disposizione per mettere in campo tutte le tue competenze e risorse
L’azienda alla quale ti proponi deve essere il tuo cliente quindi è necessario conoscere il tuo target,capire di cosa ha bisogno,cosa sta cercando e come tu potresti essere la riposta vincente
Mettiti nei panni dell’azienda.Come potresti aiutarla?

♦a guadagnare di più? risparmiare tempo e denaro?
♦a gestire con più efficienza un servizio? 
♦ampliare il portafoglio clienti?
♦risolvere un problema?
♦creare o innovare un servizio o un prodotto?

11 il tuo X factor
è quel quid che ti distingue,che ti rende unico
quale valore aggiunto hai che  ti differenzia dagli altri?
Per scoprirlo devi conoscerti a fondo,conoscere i tuoi talenti,le tue potenzialità e, non ultimo, credere al 100% in quello che affermi.

per aiutarti ecco alcune domande per iniziare l’esplorazione
1 che cosa ti piace fare con passione?
2 le persone che conosci cosa apprezzano di te?
3 quali esperienze sono importante nella tua storia professionale?
5 di quali aspetti del tuo carattere sei orgoglioso?
6 quali sono i tuoi punti di forza?

12  la tua VP
Le aziende e i grandi marchi per convincere a comperare i loro prodotti fanno leva sui benefici che tu avrai se compri quel prodotto.esempio il dentifricio xxx
avrai denti più bianchi e tutti si accorgeranno di te
Un brand comunica e vende valori attraverso l’immagine

Ogni marchio di qualsiasi prodotto ha delle caratteristiche per distinguersi ed emergere dal mercato ma tutti i brand si basano su 3 regole fondamentali del marketing:
chiarezza
costanza /fedeltà
coerenza 
il tuo brand deve rispettare le 3 C.

Per posizionarti nel mercato devi capire e poi saper comunicare quale valore aggiunto hai che  ti differenzia dagli altri.
Per scoprire il valore aggiunto da offrire ( il tuo selling point) devi conoscerti a fondo come ‘prodotto’,conoscere i tuoi talenti,le tue potenzialità e, non ultimo, credere al 100% in quello che affermi.Il secondo passo è poi comunicarlo in modo chiaro e persuasivo
Che bisogni del mercato puoi soddisfare TU?
Fai un elenco di quelle specifiche abilità e competenze che possono interessare il mercato

Come può la tua immagine comunicare il tuo marchio personale?
Fai una lista di tutte le risorse che puoi trovare per concretizzare il tuo personal brand.Assicurati che tutto quello che fai sia di sostegno a questa strategia.

Annunci

marketing personale:12 attrezzi per creare il tuo personal brand

Postato il Aggiornato il

marketing personale,come autopromuoverti,selfmarketing,comunicazione,vittoria nervi

KEEP CALM …E CREA IL TUO BRAND
Creare il tuo marchio personale non è qualcosa da fare in fretta e non è facile.

Il primo passo è capire chi sei e questo è più facile a dirsi che a farsi.Definire il proprio identikit professionale

il tuo marchio : il tuo personal brand
Il tuo personal brand è come tu agirai e darai il tuo contributo  come nessun altro può fare.
Tutto contribuisce a costruire il tuo personal brand:

le tue modalità di comunicazione verbale e non verbale
la tua immagine
la tua reputazione
le tue competenze
la tua esperienza e il tuo know how
le tue doti personali
e molto,molto altro ancora…..
Per costruire il tuo personal brand è necessaria la tua consapevolezza.

Ecco i 12 tool per aiutarti

1 i tuoi bisogni
la piramide dei bisogni di Maslow può aiutarti

2 i  tuoi valori
Spesso la scelta di una carriera professionale è basata sulla propria scala valori.
Cosa sono i valori? sono ciò in cui credi,ciò che è importante per te,i giudizi che sono alla base di come vedi la vita e come ti relazioni
Essere consapevoli di questi valori può aiutarti a scegliere il percorso professionale in armonia con essi. Ognuno ha dei:
valori personali ( ad esempio l’onesta’l’,affidabilità’…)
-valori culturali ( tradizioni,fede,legami con la comunità in cui vivi…)
-valori sociali ( come ti poni di fronte agli altri)
-valori che riguardano il lavoro e la carriera

3 i tuoi interessi e le tue passioni
sono tutte quelle attività,hobby che ti appassionano. Dedichi loro del tempo
Ti piace pensare,inventare,produrre idee che siano artistiche o scientifiche non importa. Ogni progetto parte sempre da una idea.
In questo campo ci sono gli artisti,i creativi e,perché no, anche i filosofi.

4 la tua mission
La mission è la tua Costituzione personale.E’ lo scopo,il cosa vuoi fare per te stesso e che contributo vuoi dare al mondo.Ti aiuta nei momenti di cambiamento,nelle tue decisioni.Ti aiuta a mantenere il focus e la direzione

5 la tua vision
Se non sai dove andare, nessuna strada ti ci porterà.
Avere una visione è vedere  tua ‘big picture’.Non solo una azienda,una start up,un governo,un partito,una organizzazione…hanno bisogno di avere una visione chiara.Anche per ognuno di noi diventa sempre più necessario capire in che direzione andare e come camminare

6 obiettivi
Non avere un obiettivo è come prendere una macchina.mettere in moto e non sapere dove andare.E’ importante stabilire con chiarezza i tuoi obiettivi a breve,medio termine.Mettere nero su bianco i tuoi obiettivi,quello che vuoi raggiungere,fare,conquistare ..è il primo passo
Scrivere i tuoi obiettivi ti aiuta a visualizzarli nella tua mente,a dare un input e le necessarie istruzioni al tuo timoniere interno (il tuo inconscio)
Scriverli ti aiuta ad impegnare e a mettere in moto  la tua energia per raggiungerli,a focalizzarti su cosa vuoi nel nuovo anno.
Solo il 5% delle persone si prende il tempo di scrivere i propri obiettivi e forse è per questa ragione che solo pochi riescono poi a raggiungerli.

nel prossimo post gli altri 6 attrezzi

 

Il tuo curriculum non funziona? fai il check up del tuo CV in 7 passi

Postato il

Il tuo CV è uno degli strumenti basic nella tua campagna di marketing.E’ il primo impatto e il primo contatto con chi deve decidere se il tuo profilo è interessante e quindi chiamarti per un colloquio.
Il colloquio è un’altra storia dove gli elementi fondamentali sono
♦la prima impressione come presenza,competenza,sicurezza nelle tue capacità.
♦ lo sorytelling che scegli per auotopromuoverti e convincere che TU sei proprio la persona giusta che stanno cercando

Prima di inviare il tuo CV faresti bene ad accertarti che quei 2/3 minuti che passeranno, mentre chi seleziona da’ un’occhiata al tuo CV,siano positivi e convincenti

Ecco un breve check up

1 perché stai inviando il CV?

2 che cosa ti distingue dagli altri?
Il tuo CV  deve essere focalizzato sui risultati che hai ottenuto.
Per risultati intendo numeri,percentuali,dati concreti
esempio:
costruito 4 siti web aziendali
gestito un portafoglio di 50 clienti
migliorato le vendite del 30% nell’arco di un anno

3 precisione

date che si riferiscono al periodo di lavoro,master,corsi…

4 chiarezza e semplicità

evita di usare paroloni,neologismi,cliché e frasi ritrite che usano tutti
Ho buoni doti comunicative
ottima motivazione
Attitudine al lavoro di gruppo

5 un layout che renda il contenuto leggibile
Anche per il CV vale il detto’anche l’occhio vuole la sua parte’.Il layout del CV è la confezione del tuo prodotti di marketing.
Metteresti un prodotto di valore in una scatola anonima o avvolto in un foglio di giornale?
La scelta del format dipende dal tipo di informazioni vuoi mettere in evidenza.
Come un vetrinista devi scegliere come disporre ‘la merce’ nella tua vetrina. Le informazioni possono essere distribuite su una unica colonna,su 2 o anche 3.
 leggi come rifare il look al tuo CV

6 dinamicità

il tuo CV non è un foglio muto e piatto.Deve essere dinamico e ‘parlare’ per te se vuoi che catturi la giusta attenzione,la curiosità di chi legge.Com dare movimento,dinamicità ed entusiasmo al suo contenuto? Usa i verbi dinamici.
I verbi dinamici sono tutti quei
verbi che valorizzano tue qualità personali e i risultati,
danno una marcia in più e tracciano la direzione quando illustri i risultati.

leggi le parole chiave nel tuo CV fanno la differenza

Un CV senza parole chiave è come una pietanza senza sapore,un oggetto incolore che ti rende invisibile.Più sono centrate e specifiche del settore in cui intendi lavorare, più credibilità e punti acquisterai in vista di un colloquio

7 allestisci la tua vetrina
Ogni vetrinista sceglie gli articoli migliori da mettere in vetrina per attirare i potenziali clienti.La tua vetrina è la parte superiore della prima pagina.
E’ qui che devi presentare al meglio le informazioni più importanti: chi sei,cosa sai fare,le tue skill,i migliori risultati ottenuti

7 DOMANDE
1 Come puoi  fare in modo che il riflettore punto proprio sul TUO CV?e ottenere il colloquio

2 Quali problemi puoi incontrare per creare il tuo CV?
3 sai quali competenze,esperienza e capacità cercano le aziende?
4 sai per quali motivi il tuo CV non cattura l’attenzione di chi seleziona i curricula?
5 hai la capacità di stendere un CV che sottolinei,metta a fuoco i tuoi punti di forza,le tue potenzialità e le tue risorse?
6 sai  identificare e valutare i tuoi talenti,le tue competenze chiave,valorizzare il tuo profilo professionale e la tua esperienza?
7 sai cosa dovresti inserire e cosa omettere nel tuo CV?

 

 

 

 

speed check GRATIS  per te

analisi del CV +consulenza telefonica di 30 minuti
Come career counselor ti fornirò una valutazione generale e pratici suggerimenti per migliorare e valorizzare il tuo  CV.

invia il tuo CV a professional@counselingsolutions.it
con il codice CV102015
la promo è valida fino al 31 ottobre 2015

vuoi aggiornare,creare,fare un restyling al tuo CV,tradurlo in inglese?
Un CV mirato che valorizza la tua esperienza e le tue competenze ti fa risparmiare tempo e tante delusioni,rifiuti o zero risposte che mandano il morale a terra 

Nessuno è come te. Il tuo CV è il TUO strumento di marketing per ‘vendere’ il tuo prodotto unico

il servizio PROFESSIONAL CV :la qualità fa la differenza
[superemotions file=”icon_arrow.gif” title=”Arrow Icon”]  informazioni sul servizio

richiedi la brochure dei servizi a
professional@counselingsolutions.it

Vuoi far centro nel mondo del lavoro? : i 4 passi per iniziare il tuo self marketing

Postato il

Incertezza,precarietà,disoccupazione sono i tre fantasmi che si trovano a combattere i giovani
La scuola,la politica non hanno fornito nessun strumento per navigare nell’oceano burrascoso di un mondo in rapido cambiamento.
Con le nuove tecnologie cresce la domanda di sempre nuove competenze,la necessità di reinventarsi, di adattarsi creativamente cercando nuove strade, nuovi modi di lavorare e di proporsi.
Il lavoro e la carriera diventano sempre più una sfida ad autogestirsi,a cercare soluzioni diverse

Il fattore chiave,l’ingrediente base sono i tuoi asset,gli strumenti che puoi mettere in campo per aprirti un varco e promuovere le tue capacità,il tuo saper fare qualcosa.
Diventa,quindi,sempre più necessario imparare a fare marketing,a offrire il proprio valore professionale.
In inglese il termine che sintetizza tutto ciò è ‘marketability’ cioè la capacità di sapersi promuovere con strumenti efficaci per diventare interessante nei riguardi di una potenziale azienda e battere gli altri che aspirano a quel lavoro.
Questo obiettivo è raggiungibile se sai gestire la tua carriera e la tua professionalità ampliando le tue competenze e le tue conoscenze( il sapere e saper fare) con una  formazione continua

Nel libro Promote Yourself: The New Rules for Career Success Dan Schawbel illustra il processo
da compiere in un periodo di cambiamenti e incertezze

Una delle aree clou è lo sviluppo di skill efficaci per fare self marketing
Ecco i 4 passi

1. quali sono le tue skill?
Conoscere le tue competenze e le tue doti personali e come esse possono essere

usate nel  lavoro e nel settore professionale che ti interessa.
Quando si parla di skill non si intende solo quelle prettamente tecniche riferite a uno specifico lavoro ma anche a quelle definite soft skill altrettanto importanti e decisiv
un esempio? la capacità di comunicare,la capacità di gestire e ottimizzare il tempo

Come fare per capire quali sono le tue?
Occorre saper analizzare n modo oggettivo i propri punti di forza e le proprie critticità
Per farlo ci sono diversi strumenti di valutazione: test mirati per capire il tuo stile comunicativo,come gestisci il tuo tempo,quale è l’area professionale in cui puoi eccellere…
Uno degli strumenti basic è la SWOT
uno strumento utile. la SWOT

2 su cosa vuoi puntare?
è meglio concentrarsi a rafforzare e ampliare i tuoi punti di forza o lavorare sui tuoi punti critici?
Se  dedicherai il tuo tempo ad ampliare il campo delle tue aree di forza vedrai più rapidamente i risultati.Questo darà carburante alla tua motivazione,alla fiducia in te stesso  e ti incoraggerà ad andare avanti con entusiasmo senza perderti d’animo

cosa hai nella tua ‘borsa’ professionale?

Investi il tuo tempo per sviluppare e consolidare le skill che hai già.Le opportunità e le risorse gratuite o a pagamento non mancano: corsi in aula oppure online,webinar,ebook da scaricare,
Su internet puoi trovare quel che hai bisogno.

facciamo un esempio:
1 inglese: se dici di saperlo ma non hai un certificate riconsciuto prova prepararti per sostenere un esame al tuo livello
2 informatica: sai usare il pacchetto office ?puoi imparare ad usare nuovi software o prepararti per la patente ECDL
3 gestione del tempo: riesci a far tutto in tempo ma pensi di poter ottimizzare maggiormanete il tuo tempo?
 leggi i magnifici 4 per organizzare il tuo tempo
Ci sono principalmente 2 stili di gestione del tempo.Per sapere il tuo e imparare le tecniche più efficaci per te c’è il modulo ‘time management’

4 saper formulare un obiettivo
leggi questi articoli
scopri che tipo sei

3 che skill hanno più valore nel mercato del lavoro?
le skill che il mercato sta cercando
essere in grado di promuoverti(marketing personale) di comunicare il tuo valore aggiunto e dimostrare che tu sei la persona giusta che capisce di cosa ha bisogno quella azienda

4.metti in vetrina le tue skill
mostra e promuovi le tue skill per trovare nuove opportunità e costruire il tuo marketing personale
leggi
Metti in vetrina quello che hai da offrire.Come creare il tuo selling point
Cerchi lavoro?creare il tuo brand è importante
Marketing personale:Fai sapere chi sei e cosa sai fare

 

Per imparare le tecniche più efficaci
Counseling Solutions ti propone

corsa verso l’obiettivo
La mappa per arrivare  al traguardo
fogli di lavoro,planning +2 ore di consulenza

punta il tuo orologio
test : scopri il tuo stile
materiale :strategie  e tecniche per
Ottimizzare il tempo+2 ore di consulenza

Togli la ruggine al tuo inglese
i miei servizi
leggi : 5 miti sull’imparare l’inglese

RICHIEDI INFORMAZIONI E LA BROCHURE
professional@counselingsolutions.it

5 consigli per arrivare al 2020: come allenarti alla visione strategica

Postato il Aggiornato il

lavoro,strategie trova lavoro, personal branding,marketing personale,visione strategica

Sapere è prevedere, e prevedere è potere.Auguste Comte

guardare oltre la siepe
se non vuoi perderti nel labirinto di questo mondo caotico è meglio che inizi a sollevare il tuo sguardo e scrutare il panorama che si stende al di là del perimetro della tua comfort zone
La parola chiave è visione strategica.
Non si tratta di fare i maghi con la sfera di cristallo ma di raccogliere informazioni e saperle usare,
continuare ad aggiornarsi e informarsi su cosa bolle in pentola nel mondo e intorno a te 
capire il contesto

Per imparare a guardare ad ampio raggio devi mettere in moto 2 modi diversi di guardare.Immagina di guardare una foresta.

Con l’emisfero destro del tuo cervello puoi vedere l’intera foresta,intuire e immaginare.Questo è lo sguardo analogico
Con l’emisfero sinistro puoi soffermarti su varie parti e analizzare ogni tipo di alberi
Questo è lo sguardo logico,razionale,analitico.
Se assembli e unisci il tuo sguardo ecco che puoi avere la visione strategica.E’ proprio questo modo di guardare che ti permette di anticipare e prevedere i cambiamenti probabili,cercare nuove soluzioni, cogliere le opportunità che stanno emergendo,valutare i rischi che potrebbero presentarsi e attrezzarti per ridurli al minimo.

Come posso allenarmi alla visione strategica?

1 scegli il tuo percorso di studi guardando avanti
La scelta del tuo percorso di studi e di aggiornamento  sarà sempre più cruciale quindi meglio rifletterci sopra e ponderare bene cosa scegliere.
A parte lo stare al passo con la tecnologia e il suo uso nei vari campi,sono le soft skill quelle che faranno la differenza nell’immediato futuro.
I trend,per quanto riguarda gli studi universitari,sono
♦ingegneria(petrolio,aerospaziale,chimica,elettrica,navale,meccanica…)
♦informatica
♦farmacia
♦business e amministrazione aziendale

2 crea il tuo personal brand
Avere il proprio marchio e saperlo comunicare farà la differenza di fronte ai cmpetitor che cercano come te il lavoro.Perché il tuo marchio è importante  per emergere?
Il tuo marchio ( personal brand) è il giusto mix fra la tua passione,le tue abilità e capacità e i bisogni del mercato.
Il tuo brand non è solo un marchio come per un prodotto ma è una RELAZIONE,una comunicazione con delle persone,uno scambio.
Il tuo brand è un insieme di percezioni o  emozioni che tu susciti negli altri che descrive quella esperienza che gli altri hanno con te.  
Il tuo brand  se è efficace e coerente ti permette di emergere fra i tanti che hanno le tue stesse competenze o expertise
Un personal brand comunica e vende valori attraverso l’immagine
Personal branding
Marketing personale:Fai sapere chi sei e cosa sai fare
i 7 ingredienti del tuo brand

3 quale è il tuo commercial?
Sai presentarti in meno di un minuto?
Per riuscirci devi conoscerti bene.Come costruire il tuo messaggio ‘pubblicitario’?
sai dire in 60 secondi chi sei e cosa hai da offrire?

4  costruisci la tua presenza sui social media
I social media diventeranno sempre più,secondo gli esperti,uno dei canali di selezione da parte delle aziende per assumere
Nel 2014 molte aziende per assumere hanno cercato su social media come Linkedin bypassando il curricolo.I criteri per scegliere il potenziale candidato sono stati vari:
capacità di presentarsi con le parole giuste( magari con un tweet)
un  video ben costruito di presentazione di pochi minuti.
Sarà sempre più importante chi sei in rete e che reputazione hai
LinkedIn è il social network più diffuso e utilizzato a livello di recruiting

5  allenati ad essere flessibile : adattamento creativo
La rivoluzione tecnologica e la globalizzazione del lavoro rendono necessarie nuove visioni
Il lavoro fra presente e futuro:cosa puoi fare?
il lifelong learning
4 intelligenze per il terzo millennio

Può interessarti
uno sguardo sul 2030
99 fatti sul futuro
la carriera e il lavoro nel futuro
il lavoro nel futuro

____________________

CV:cosa fare per evitare l’effetto necrologio? 6 suggerimenti pratici

Postato il Aggiornato il

 

gli-strumenti-e-le-proposte

Quando il tuo CV arriva sulla scrivania di una azienda meno vine esaminato o meglio scannerizzato con una rapida occhiata di meno di un minuto.In questo arco di tempo quello che fa la differenza fra il volo nel cestino e una più attenta considerazione in vista di un probabile colloquio sono i risultati che hai ottenuto e quello che puoi potenzialente offrire come valore aggiunto per la posizione che stanno cercando.

La maggior parte dei CV che vedo sono una specie di necrologio che offre poco o niente in termini di soft skill.Un CV deve essere vivo,dinamico non una semplice lista di aziende nelle quali hai lavorato.Deve essere come una vetrina promozionale dove metti in evidenza le tue migliori competenze,le tue doti personali e quel quid che ti distingue dal resto dei tuoi eventuali competitor.

Come fare?
Per costruire un CV ad alto impatto che sia il tuo strumento di promozione devi cambiare prospettiva.
Non guardare indietro a ciò che hai fatto ma fa in modo di guardare al futuro

1costruisci un profilo professionale d’impatto
il focus del tuo CV sono quelle poche righe dove in sintesi ti presenti e ti promuovi.

Ci vuole tempo per sintetizzare in poche righe il tuo knw how e le tue doti personali e i tuoi asset e soprattutto personalizzarle per quella azienda target.

Un CV non è buono per tutte le stagioni e va aggiornato e personalizzato per quella specifica posizione che una azienda sta cercando
le 3 righe che fanno la differenza nel tuo CV

2 concentrati
sui risultati che hai ottenuto e dei quali sei orgoglioso.

domanda: quali esempi delle esperienze che ho fatto possono essere utili se trasferiti a questo nuovo lavoro?
Devi essere in grado di anticipare e immaginare per quel profilo quali potrebbero essere le necessità che quella azienda ha

3 comunica
il tuo valore professionale attraverso i contributi che hai dato,i risultati che hai ottenuto:
ho aumentato..ho fatto guadagnare..ho fatto risparmiare…ho ampliato….
traduci in numeri,percentuali i tuoi risultati
Questo susciterà interesse e farà aumentare le probabilità di venir chiamato per un colloquio.

4scegli

 quali sono le 10 competenze,capacità,doti personali ,punti di forza che potenzialmente potrebbero interessare quella azienda e convincere il selezionatore a chiamarti per un colloquio?
So fare xxx per produrre risultati
esempio
ottimizzare l’efficienza,aumentare la produttività,migliorare il custode service,sviluppare un programma per…. il tuo CV vincente

5 Struttura
raccogli le informazioni e i dati in paragrafi basati sui ruoli che hai avuto
esempio
Pianificazione, Gestione e controllo
gestione e coordinamento  rete vendita
non profit

6 scegli il giusto design
anche l’occhio vuole la sua parte quindi anche la grafica del tuo CV contribuisce a far decidere chi seleziona se chiamarti o buttare il tuo CV nel cestino.

Il tipo di carattere,l’impaginazione, l’uso mirato dei colori fanno la differenza fra un CV noioso e anonimo e uno professionale, di ‘carattere’

Vuoi un CV professionale?
richiedi la brochure  a       info@vittorianervicounselor.it

 

 

Personal branding:lo spot promozionale per promuovere il tuo CV

Postato il Aggiornato il

cv, self marketing cv, personl branding cv, promuovere competenze,career counseling,vittoria nerviAlla Tv la durata media di uno spot pubblicitario è di 30 secondi proprio lo stesso tempo che un selezionatore impiega per decidere se un CV è interessante.
Certo il CV non può essere paragonabile a uno spot ma entrambi hanno un obiettivo simile in comune:convincere a comprare

Ecco gli elementi di uno spot e come adattarli al tuo CV

1 il brand

ogni prodotto ha il suo brand,quel qualcosa che lo rende riconoscibile e che  determina il successo.
Anche tu per distinguerti dagli altri competitor devi costruire il tuo marchio
e usarlo in tutte le situazioni e  per tutti strumenti di promozione

2 la tagline
una frase breve e diretta per far ricordare una marca,un prodotto 
esempi
Barilla, Dove c’è Barilla c’è casa
Sky, Liberi di…
o lo slogan una frase ad effetto  con cui viene presentato un film. una frase ad effetto 

Cabaret (1972)  Life is a Cabaret
Alien (1979) Nello spazio nessuno può sentirti urlare 
Apollo 13 (1995) Houston,abbiamo un problema

Puoi usarla nel CV o sul tuo profilo su Linkedin o altri social media

un esempio di tagline per un CV di un cliente
 esperto formatore settore moda; 10 anni di esperienza, dalla creazione alla parte commerciale.
questa tagline è stata posizionata sotto il nome


3 il messaggio deve colpire


l’aspetto grafico-estetico il font

Il font  ha 2 funzioni:
dà la prima impressione.L’aspetto estetico non è un dettaglio
facilita la leggibilità CV cartaceo e/o online

Ci sono 2 tipi di font:Serif e Sans Serif
per il CV cartaceo
I  tipi Serif (caratteri con grazie) danno un’aria di importanza e serietà
Times New Roman          Bookman Old Style                   Garamond
Questi tipi di font vanno bene per il CV cartaceo stampato ma sono da evitare nella lettura a monitor perché affaticano la vista e se il tuo CV viene scannerizzato da un software perché è fonte di problemi

CV  online:la lettura a monitor
I font sans serif hanno uno stile moderno,innovativo 
Arial               Verdana                  Century Gothic 
Qualunque font sceglierai evita di usare l’italico (il carattere inclinato verso destra) per mettere in evidenza una frase perché  è poco leggibile e faticoso quindi otterresti l’effetto esattamenre opposto.

Usa 3 grandezze:
♦ per il nome 16 (in alto al centro o a sinistra per dare un´impressione assertiva)
♦ per la tagline, i titoli dei paragrafi 14
♦per il testo base 12


4 l’impaginazione:  il layout

Anche per il CV vale il detto’anche l’occhio vuole la sua parte’.Il layout del CV è la confezione del tuo prodotti di marketing.
Metteresti un prodotto di valore in una scatola anonima o avvolto in un foglio di giornale?
La scelta del format dipende da che tipo di informazioni vuoi mettere in evidenza.
Come un vetrinista devi scegliere come disporre ‘la merce’ nella tua vetrina. Le informazioni possono essere distribuite su una unica colonna,su 2 o anche 3.